Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Trentino, festa e riconoscimenti al 209° Anniversario della Fondazione dell'Arma dei Carabinieri

Trento - Questo pomeriggio, in occasione del 209° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri, presso il Palazzo Congressi di Riva del Garda, i Carabinieri del Comando Provinciale di Trento hanno celebrato la ricorrenza in forma solenne e alla presenza delle Autorità civili e militari del Trentino.


Il Corpo dei Carabinieri Reali fu costituito il 13 luglio 1814 e ad esso vennero attribuiti compiti di tutela della sicurezza interna, di difesa delle istituzioni e di controllo della sicurezza pubblica.


La ricorrenza è dettata dalla concessione, il 5 giugno del 1920, della prima Medaglia d'Oro al Valor Militare alla Bandiera dell’Arma, per gli eroici comportamenti individuali e dei Reparti, tenuti durante il primo conflitto mondiale e con l’odierna cerimonia i Carabinieri Trentini hanno inteso rinnovare l’impegno per la loro missione, nello spirito di appartenenza all’Arma, da sempre al servizio dei cittadini.


La cerimonia, che ha previsto lo schieramento di un reparto in armi composto da :


un plotone di Carabinieri in Grande Uniforme Speciale;


una rappresentanza di Comandanti di Stazione;


un assetto formato da specialità dell’Arma composto da motociclisti – rocciatori – sciatori e unità antiterrorismo.


una formazione di personale in servizio appartenenti alle Forze Armate, di Polizia e Protezione Civile,


è stata allietata dalle note del Corpo Bandistico di Riva del Garda, che gentilmente si è offerto di accompagnare l’ evento.


Ad onorare l’Arma con la loro presenza c’erano anche il Labaro del Nastro Azzurro, i medaglieri delle Associazioni combattentistiche e d’Arma, dell’Associazione Nazionale Carabinieri, dell’Associazione Nazionale Forestali ed una rappresentanza delle altre Forze Armate e di Polizia.


Negli ultimi 12 mesi sono stati raggiunti concreti risultati operativi dai Reparti dell’Arma nella Provincia Trentina, che hanno perseguito l’83% dei reati commessi sul territorio, con un apprezzabile risultato sul piano repressivo, avendone scoperti circa un quarto.


Nel corso dell’evento si è inoltre proceduto alla consegna delle ricompense conferite ai Carabinieri di questa Provincia, che si sono distinti quali punto di riferimento e simbolo di costante utilità sociale e vicinanza alla gente.


RICOMPENSE TRIBUTATE


Mar. Ord. D’ADAMO Armando


Viene concessa la medaglia d’oro di vittime del terrorismo con la seguente motivazione:


“Impegnato in teatro operativo di guerra nel contesto della missione NATO “Enduring Freedom”, subiva un imboscata provocata dall’esplosione di un ordigno radiocomandato che faceva ribaltare il mezzo sul quale viaggiava la sua unità. Con lucidità e fermezza, usciva dallo stesso e si adoperava, sotto il fuoco nemico, a portare in posizione sicura i compagni rimasti a bordo del veicolo. fulgido esempio di professionalità e fermezza in situazione critica”.


Afghanistan, 20 luglio 2003.


Lgt. C.S. Giuseppe GASPARI
Lgt. Cristian ZANIER
Mar. Ca. Alessandro BISEGNA
Brig. Antonio GIULIANI
App.

Gaia VUERICH


Per il loro impegno nelle fasi successive alla tragedia della Marmolada, ai primi due è stato concesso un ELOGIO dal Comandante della Legione “T.A.A.”, con la seguente motivazione:


“Comandanti di Nucleo della Compagnia di Cavalese, si sono distinti per il ruolo e la dedizione che hanno profuso nel coordinare le attività dell’Arma locale rivolte alla tragedia della Marmolada, restituendo tra l’altro, con il supporto del RACIS, l’identità ai poveri corpi frammentanti dal ghiacciaio.”


Agli altri militari è stato tributato un COMPIACIMENTO dal Cte Provinciale.
Provincia di Trento gennaio/febbraio 2022


V. Brig. Fiorenzo PERISSINOTTO;
Car. Riccardo LANZAROTTI
ENCOMIO concesso dal Comandante della Legione Carabinieri “T.A.A.” con la seguente motivazione:


“addetti a sezione radiomobile di compagnia distaccata, evidenziando esemplare spirito di iniziativa ed elevato senso del dovere, non esitavano ad intervenire in soccorso di un giovane malcapitato privo di sensi, attuando delle manovre rianimatorie in attesa dell’arrivo del personale sanitario, scongiurando, nell’immediato, più gravi conseguenze.”
Ospedaletto 9 settembre 2022


Lgt. Cristian ZANIER;
Mar. Ca. Alessandro BISEGNA;
Brig. Ca. Alfredo BEZ;
Brig. Antonio GIULIANI;
App. Gaia VUERICH;
App.Sc. Gerlando RUSSO


ENCOMIO concesso dal comandante della Legione CC “T.A.A.” con la seguente motivazione:


“comandante e militari di aliquota operativa di compagnia distaccata, dando prova di elevata professionalità e spiccato intuito investigativo, conducevano complessa attività di indagine che consentiva la disarticolazione del principale flusso di stupefacenti destinati alla Val di Fassa. l’operazione si concludeva con l’arresto di 14 persone, ed il sequestro di droghe di diverso genere”.
Trentino Alto Adige, Veneto, maggio 2019 – gennaio 2023


Lgt. C.S. Gennaro ARPAIA
Lgt. Alessandro BOSIO
Mar. Magg. Michele DELNEGRO
Mar. Ca. Ilaria POLLA
Mar. Ord. Claudio CASARANO
Mar. Ord. Rosario FAMÀ
Brig.Ca. Q.S. Luigi BRIVIO
Brig. Ca. Marco PROIETTI
V. Brig. Roberto FURLANI
App. Sc. Giuseppe MARCUCCIO


In loro rappresentanza ritira l’attestato il Magg. Piermarco BORETTAZ


ENCOMIO concesso dal Comandante della Legione Carabinieri “T.A.A.” con la seguente motivazione:
“addetti a nucleo investigativo di comando provinciale, in due distinte operazioni, dando prova di elevata professionalità, svolgevano complesse attività di indagine che consentivano la disarticolazione di un sodalizio criminale dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti. entrambe le operazioni si concludevano con l’esecuzione di complessivi 45 provvedimenti restrittivi, il deferimento il s.l. di ulteriori 36 correi nonché il sequestro di un ingente quantitativo di droga e denaro”.
Territorio nazionale ed estero, maggio 2020 agosto 2022


In segno di riconoscenza per il servizio prestato negli anni in favore della popolazione trentina, viene consegnato ai Comandanti di Stazione che si sono congedati dal servizio nell’ultimo anno, un attestato della Provincia Autonoma di Trento consegnati dal Presidente Dr. Maurizio Fugatti.


Lgt. C.S. Luca PULLEGHINI, già Comandante della Stazione di Mezzana.


Lgt. C.S. Roberto BAÙ, già Comandante della Stazione di Ala.


Lgt. Giuseppe CATALDI, già Comandante della Stazione di Predaia.


Lgt. Antonio DAFFINI, già Comandante della Stazione di San Giovanni di Fassa Sen Jan.

Ultimo aggiornamento: 05/06/2023 22:21:28
POTREBBE INTERESSARTI
Olten (Svizzera) - Un risultato straordinario per l'Italia dell'Orienteering. Francesco Mariani ottiene un 11° posto con...
A Palù di Giovo è arrivato il titolo grazie a un terzo posto nella Classicissima Cantine Moser
L'evento al centro per lo sport ha appassionato gli alunni in gara
Intervento del presidente della Provincia di Sondrio, Davide Menegola
ULTIME NOTIZIE
Operazione delle Guardia di Finanza di Merano e Procura di Bolzano
Arrestato dalla Polizia di Stato 19enne