Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-
Martedì, 8 settembre 2020

Trento, il candidato sindaco Marcello Carli ha visitato il bocciodromo del "G.S. Canova

Trento - Il candidato sindaco Marcello Carli ha visitato il bocciodromo del "G.S. Canova" con i rappresentanti di Agire: “Va sostenuta una realtà che ha un’importante ruolo sociale”. Marcello Carli ha visitato la struttura del bocciodromo del Gruppo Sportivo Canova, su invito dei candidati di Agire per il Trentino Alfonso Larentis e Matteo Rigotti, che da tempo seguono le vicende della società, e con la presenza alla serata anche della candidata Patrizia Daprà. Non molti sanno che il G.S. Canova ha raggiunto i massimi livelli nella pratica sportiva delle bocce, portando il nome di Trento in tutta Italia con i campionati di serie A, ma anche a livello internazionale affermandosi con vittorie all’estero.


Trento - Carli - incontro GS Canova 1Il candidato sindaco Marcello Carli ha chiesto che fossero i membri del Gruppo Sportivo a raccontare la loro storia e le problematiche della loro associazione, così la serata è stata l’occasione per ripercorrere le tappe fondamentali di una società sportiva che dagli anni ‘80 ad oggi ha visto picchi di oltre 200 iscritti ed è tuttora un punto riferimento per gli appassionati di questo bellissimo sport, nonché centro di incontro e socializzazione in una periferia che poco altro ha da offrire.

I principali problemi riguardano la difficoltà a reperire le risorse per portare avanti l'attività, basti pensare che l’associazione, che gestisce una struttura di proprietà comunale, si trova a pagare migliaia di euro all’anno di affitto, per ricevere invece qualche centinaio di euro per la propria attività sportiva. A questo si somma l’impossibilità di programmare qualunque attività, a causa di contributi che a livello provinciale prima vengono promessi a parole per poi essere dimezzati o negati, e sponsorizzazioni che si sono ridotte all’osso.


Trento - Carli - incontro GS Canova 2Carli ha presentato la sua visione di Trento, con la ferma volontà di rimettere in moto la città dopo decenni di immobilismo, nell’ambito sportivo realizzando la cittadella dello sport a Trento sud, con lo spostamento rimandato negli anni dello stadio Briamasco e creando un luogo di riferimento per tutti gli sport. In riferimento al gruppo di Canova il candidato Sindaco ha evidenziato la necessità di dare sostegno al gruppo sia da un punto di vista logistico, con la messa in sicurezza della struttura anche nei confronti delle attività illecite che avvengono all’esterno (spaccio e degrado ormai quotidiano, nell’adiacente parco), del quale il Gruppo Sportivo è l’unico deterrente rimasto, sia puntando alla valorizzazione di una realtà che, seppur nell’ambito di uno sport considerato “minore”, porta il nome di Trento in tutto il Paese. Carli ha evidenziato inoltre la funzione sociale e "sanitaria" della pratica delle bocce, andando infatti a intercettare una fascia di popolazione che altrimenti avrebbe pochi riferimenti e contribuendo a garantire uno stile di vita attivo e sano.

Ultimo aggiornamento: 08/09/2020 23:21:37
POTREBBE INTERESSARTI
Folgaria, il provvedimento scatta dalle 19 fino al mercoledì mattina
Nel primo trimestre 2024 già 115 violazioni
ULTIME NOTIZIE
Il bilancio tracciato dall'ufficio fostestale della Provincia di Bolzano
Messaggio: "Il karate andrebbe insegnato, è uno strumento per educare alla disciplina"
Più di 300 interventi del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza del comando provinciale di Bolzano
22/04/2024 09:00 - 22/04/2024 23:30
22/04/2024 10:30 - 22/04/2024 23:59
22/04/2024 11:00 - 22/04/2024 23:30