Ad

w

Ad
Ad


Poste, onorificenza “Stelle al Merito del Lavoro” alla trentina Laura Bronzini

giovedì, 10 dicembre 2020

Trento – Poste Italiane partecipa con i suoi dipendenti per l’undicesimo anno consecutivo al conferimento dell’onorificenza “Stelle al Merito del Lavoro”, assegnata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

laura bronziniLa Commissione nazionale istituita dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha deciso di assegnare ai dipendenti del Gruppo Poste Italiane 92 Stelle al Merito, su tutto il territorio nazionale, in rappresentanza della maggior parte dei mestieri presenti in azienda.

In attesa del conferimento formale a cura della Prefettura di Trento per meriti “di perizia, laboriosità e buona condotta morale” Laura Bronzini, Specialista di Conformità e trainer aziendale presso la filiale di Trento, ha ricevuto un attestato di stima e riconoscimento da parte dell’azienda.

Laura Bronzini è Specialista Conformità e Trainer aziendale certificato presso la Filiale di Trento. Assunta in Poste Italiane nel 1982, dopo numerose esperienze in Uffici Postali del territorio che le permettono di acquisire un bagaglio di conoscenze tecniche e trasversali ricco e variegato, nel 1997 Laura decide di rimettersi in gioco dapprima come vicedirettrice e successivamente come direttrice di Ufficio Postale. Negli ultimi sette anni ha lavorato come figura di staff negli Uffici provinciali di Poste. “La notizia della Stella al Merito del Lavoro mi ha colto di sorpresa e mi riempie di orgoglio. Ringrazio chi ha pensato a me. In tutti questi anni penso di aver dato tanto e di non essermi mai tirata indietro, mettendomi di volta in volta in gioco con entusiasmo, passione e voglia di fare”. “Vorrei dedicare la Stella alla mia famiglia – commenta Laura – e condividerla simbolicamente con tutte le lavoratrici e i lavoratori che ogni giorno con la stessa passione e entusiasmo contribuiscono a fare crescere le Aziende per cui lavorano”.

Le Stelle al Merito sono concesse ogni anno alle lavoratrici e ai lavoratori dipendenti di Aziende pubbliche e private, con età minima di 50 anni e anzianità lavorativa continuativa di almeno 25. Il 50% è riservato a coloro che hanno iniziato la loro attività dai livelli contrattuali più bassi e si sono distinti per il loro contributo umano e professionale in azienda.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136