Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad
 
Ad


Passo Tonale: tre metri di neve, spettacolo e ultimi giorni di maltempo

martedì, 8 dicembre 2020

Passo Tonale – Oltre tre metri di neve al Passo Tonale, precipitazioni attorno allo zero termico fino alla media Val di Sole e Valle Camonica, operatori al lavoro per pulire strade – in particolare statale 42 del Tonale, provinciali e comunali – e l’attività sta proseguendo per riportare la situazione alla normalità anche in un momento anomalo come quello degli ultimi giorni. E non è finita qui…

Tonale - Neve 01 Gdv

Numerosi i disagi per i residenti con gli operatori di Anas, Provincia di Trento e Comune di Vermiglio (Trento) e i vigili del fuoco del distaccamento di Vermiglio che stanno lavorando per risolvere le varie problematiche nel tempo più breve possibile. Sulla statale 42 da Fucine a Ponte di Legno è vietato il transito di mezzi pesanti e l’invito è utilizzare il meno possibile le auto, se non per motivi di necessità, per evitare problemi di sicurezza.

Il pericolo valanghe è di livello 5 (molto forte) su tutta l’area. Nelle ultime giornate chiusure del Passo si sono registrate al fine di ristabilire le condizioni di transitabilità e per il pericolo di caduta piante e slavine. Qui l’aggiornamento nel pomeriggio di martedì 8 dicembre 2020, permane la chiusura della strada del Tonale anche sul versante camuno.

ALTRA NEVE IN ARRIVO, MIGLIORA VERSO IL WEEKEND
Nella foto, uno scatto sulla circonvallazione del Passo Tonale nella zona della Gran Baita. Metri di neve e folate di vento hanno “rimodellato” il paesaggio, ora tipicamente invernale: il colpo d’occhio è eccezionale, le previsioni annunciano nelle prossime ore la coda della perturbazione con altra neve attesa su gran parte dell’arco alpino. Mezzo metro è atteso in quota entro la giornata di giovedì, poi un weekend di bel tempo che farà aumentare il rammarico per una stagione sciistica e turistica che sarebbe potuta decollare e invece è costretta a fermarsi per le decisioni delle istituzioni incrociando le dita per la riapertura dopo l’Epifania.




© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136