Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Orsa JJ4: il TAR respinge i ricorsi contro l’ordinanza di cattura del presidente Fugatti

giovedì, 8 ottobre 2020

Trento - Orsa JJ4: il TAR respinge i ricorsi contro l’ordinanza di cattura per captivazione. Il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti: “Corretto il nostro operato”.

Il TAR di Trento, con propria ordinanza, ha dichiarato non accoglibile la domanda cautelare presentata da alcune associazioni animaliste e dal Ministero dell’ambiente con la quale si chiedeva, sostanzialmente, la sospensione dell’ordinanza emanata dal presidente della Provincia Maurizio Fugatti lo scorso 11 agosto, che prevede un intervento di monitoraggio e rimozione per captivazione permanente dell’orsa JJ4, che il 22 giugno aveva attaccato due uomini, padre e figlio, sul monte Peller (foto credit PAT).

Monte Peller - orso - credit PatSecondo il TAR, dato l’atteggiamento non schivo, bensì confidente, di assuefazione all’uomo ed aggressivo, già manifestato dall’animale che ha attaccato con contatto fisico due persone in montagna, sussistono i presupposti per l’emissione da parte del presidente della Provincia dell’ordinanza, vista la situazione di pericolo attuale e concreto per la sicurezza e l’incolumità pubblica.

“Con questa ordinanza il TAR riconosce la correttezza del nostro operato – commenta il presidente Fugatti - e l’opportunità di agire, in queste situazioni con urgenza a tutela della pubblica incolumità. Dall’inizio della legislatura – aggiunge Fugatti – stiamo cercando di affrontare il tema orsi nel pieno rispetto delle normative e cercando di dialogare con il Ministero dell’ambiente. Il problema è complesso e credo vada affrontato e risolto evitando posizioni “ideologiche”, ed affrettate letture social, pur se istituzionali, ma cercando di confrontarsi apertamente e fattivamente con l’intento di trovare una soluzione”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136