Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Successo del tradizionale appuntamento col Mondo Contadino a Sella Giudicarie

domenica, 20 settembre 2020

Sella Giudicarie - Il Tradizionale appuntamento con Mondo Contadino@Latte in festa, storica vetrina della ruralità e della produzione agro-zootecnica della Valle del Chiese, ha concluso a Sella Giudicarie la prima edizione del Festival del Formai da Mont. La novità 2020 della Valle del Chiese è andata in archivio con un successo organizzativo e di degustazioni insperato grazie ai menu proposti dai 10 ristoranti di Sella Giudicarie (Carlone, Trivena, Roncone, Ginevra, Genzianella, Pont’Arnò, Miramonti, Miravalle, Trento e L’Angolo della Pizza) e alla ricca produzione casearia delle cinque malghe locali: Malga Avalina, Malga Lodranega, Malga Stabol Fres, Malga D’Arnò e Malga Cengledino.

Di fatto la ventata di giovanile entusiasmo messa in campo dalla rinnovata Pro Loco di Roncone ha permesso di mettere in scena uno dei pochi eventi (e per di più all’esordio) sopravvissuti alla tempesta Covid che ha costretto a cancellare dal calendario degli appuntamenti estivi in Trentino la quasi totalità degli eventi.

Ne sono usciti valorizzati la territorialità e il lavoro di tanti esponenti del mondo agricolo-zootecnico che hanno trovato ideale sintesi in Mondo Contadino – Latte in Festa come forse mai in passato. La consolidata manifestazione voluta dal Comune di Sella Giudicarie, dal Consorzio Turistico e dall’Unione Allevatori Valle del Chiese se da un lato ha ceduto parzialmente il passo alle norme anti Covid ha visto tanti ospiti raggiungere il lago di Roncone per assistere alle apprezzate passerelle riservate alle reginette bovina, al concorso riservato ai piccoli conduttori e alla nuovissima gara di sfalcio.

E poi le degustazioni dei prodotti caseari nelle casette ospitate nell’animato parterre in riva al lago. E qui hanno trovato sede anche le animate attività collaterali proposte su prenotazione e a numero chiuso: Merenda Latte in Festa con i prodotti di qualità Latte Trento (yogurt, latte fresco, pane, burro e marmellata) con oltre 50 partecipanti; Il laboratorio Microcosmo Acquatico legato alla bandiera blu del lago di Roncone, con 30 partecipanti, e l’immancabile brindisi finale (anche con il nuovissimo vino locale Clisium) che ha proiettato i presenti, tra questo l’assessore provinciale Roberto Failoni, verso la seconda edizione del Festival del Formai da Mot con le cinque malghe (Avalina, D’Arnò, Cengledino, Lodranega, Stabolfresco). Duecento sono stati i partecipanti con

Protagonisti del Concorso Conduttori Junior a MondoContadino@Latte in festa credit foto NicerMa vediamo quali sono stati i protagonisti nei vari concorsi (nella foto credit Nicer) a cominciare dalle Campionesse bovine di Mondo Contadino@Latte in festa. Per la Razza Bruna sono Bandera di Adriano Fioroni e Flica dell’Azienda Agricola Falda mentre tra le Frisone Miri e Cinzia di Thomas Valenti.

Nella Gara conduttori Junior Mirko Valenti Mirko (con Fabi) e Alessio Fioroni con Sally (hanno primeggiato nella Categoria inferiore ai 10 anni) mentre Damiano Valenti (con Rocca) e Vittoria Valenti Vittoria (con Martina) sono risultati i migliori nella Categoria superiore ai 10 anni.

Ma Mondo Contadino@Latte in Festa 2020 ha proposto anche la prima edizione della Gara di taglio a mano dell’erba con l’utilizzo della falce. I migliorinello sfalcio sono risultati nell’ordine Alberto Valenti (4 minuti e 12 secondi), Nerio Salvadori (4’13”) ed Ezio Valenti (4’46”). Incredibile l’impresa di Enrico Amistadi che alla veneranda età di 80 anni ha conquistato il quarto posto con lo strabiliante tempo di 4’50”. La gara si è svolta in collaborazione con il Comitato Festa dell’Agricoltura di Caderzone Terme e prevedeva lo sfalcio cronometrato di una porzione di terreno di 25 metri quadrati abbinato alla valutazione di velocità, omogeneità e pulizia di taglio.

Ancora una volta gli ospiti hanno potuto verificare la genuinità del mondo rurale della destinazione turistica del Trentino posta tra il lago d’Idro e le Dolomiti di Brenta. La Valle del Chiese già da anni ospita l’evento Malghe aperte che nei mesi di luglio, agosto e settembre permette ai turisti la visita alle strutture zootecniche in quota, sede di laboratori e varie iniziative. Offerta doppiamente importante in questo momento nel quale ambiente, ruralità e cibo di qualità sono considerati valori assoluti soprattutto da chi vive nei grandi centri urbani. E all’offerta gastronomica legata all’alpeggio si affianca il Clisium, il vino bianco aromatico autoctono della valle del Chiese. L’ennesimo gioiello regalato da questa valle ai palati fini. E in attesa dei Mercatini di Natale di Cimego e dell’offerta di vacanza sulla neve a Bolbeno, la Valle del Chiese propone ora otto fine settimane a tema con protagonisti la magia del bramito dei cervi, il colorato foliage, i tesori storici di quest’angolo del Trentino e la vita da pannocchie.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136