Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Una foto delle Pale di San Martino – Dolomiti UNESCO – premiata dal prestigioso concorso fotografico

giovedì, 15 ottobre 2020

Pale di San Martino – Alessandro Gruzza, fotografo naturalista trentino, è fra i premiati del concorso Wildlife Photographer of the Year 2020, uno dei più prestigiosi concorsi di fotografia naturalistica al mondo. La fotografia “The blue pool”, che raffigura le straordinarie Pale di San Martino – Cimon de la Pala Dolomiti UNESCO – è stata scelta fra le 100 vincitrici tra le oltre 49.000 immagini partecipanti al concorso. “Questo premio è un grande onore e la soddisfazione è ancora maggiore pensando che l’immagine è stata scattata vicino a casa, tra le montagne dove vivo. Era una sera di novembre quando ho trovato questo spettacolo di forme nello stagno ghiacciato, impreziosito dalla delicatezza del sottile manto nevoso di fronte alla catena delle Pale di San Martino”, riferisce Gruzza autore della foto.

prLa fotografia è parte della mostra allestita nelle sale del Natural History Museum di Londra, organizzatore del concorso. Dopo l’esposizione a Londra la mostra diventerà itinerante con più di 60 eventi in 6 Continenti. Dunque, la straordinaria bellezza delle Dolomiti UNESCO – Pale di San Martino – immortalata dal fotografo Alessandro Gruzza, farà il giro del mondo. Il Wildlife Photographer of the Year, contribuisce alla missione del Natural History Museum di operare direttamente per la conservazione della biodiversità e dell’habitat naturale del pianeta, ispirando amore per la Natura attraverso le migliori fotografie.

“In condizioni di bassa pressione, venti da sud-ovest spingono le nuvole contro le cime verticali delle montagne. Al crepuscolo, una lunga esposizione esalta il movimento delle nuvole attorno al Cimon de la Pala, con i toni freddi dell’ ‘ora blu’ che si mescolano perfettamente con il freddo del ghiaccio”, dice Alessandro Gruzza che ha scattato la foto vincitrice.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136