Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Pediatri: in Trentino l’accordo per la campagna di vaccinazione antinfluenzale

venerdì, 2 ottobre 2020

Trento – I pediatri che collaborano nella campagna di vaccinazione antinfluenzale 2020 potranno avvalersi della collaborazione di personale infermieristico, inoltre potranno effettuare la vaccinazione ai propri assistiti anche al di fuori della fascia di età 6 mesi – 6 anni, su richiesta dei genitori. E’ quanto prevede l’Accordo concordato lo scorso 25 settembre fra l’Assessorato alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia e il Comitato provinciale dei medici pediatri di libera scelta, approvato oggi dalla Giunta provinciale.

L’altro ieri la presentazione della campagna di vaccinazione antinfluenzale, che quest’anno inizia ai primi di ottobre: per facilitare l’accesso alla vaccinazione, evitando la formazione di assembramenti, è prevista la prenotazione. Saranno somministrate dal pediatra di libera scelta ai bambini dai 6 mesi ai 6 anni e dal medico di medicina generale con priorità alle persone con più di 65 anni. I bambini, appartenenti alle categorie a rischio per patologia, riceveranno una lettera dall’Apss con l’appuntamento per la vaccinazione. Per gli adulti a rischio e le altre categorie aprono oggi le prenotazioni online al Cup sul sito di Apss.

La Giunta provinciale ha esteso l’offerta gratuita della vaccinazione antinfluenzale alle persone che corrono un maggior rischio di complicanze, ma la vaccinazione è raccomandata a tutte le età proprio per semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti, poiché influenza e Covid-19 hanno sintomi molto simili. Fra le categorie esenti vi sono anche i bambini da 6 mesi a 6 anni non compiuti. I bambini saranno vaccinati dai pediatri di libera scelta che, in base all’Accordo approvato oggi dalla Giunta potranno avvalersi della collaborazione di un infermiere, con spesa riconosciuta dall’Azienda sanitaria, per l’effettuazione delle vaccinazioni presso i propri ambulatori o nelle sedi individuate, nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020.

Sempre in base all’Accordo con il Comitato provinciale dei medici pediatri di libera scelta, considerata la situazione pandemica, si stabilisce che i certificati di idoneità alla pratica sportiva non agonistica in scadenza fra il 25 settembre e il 31 dicembre 2020 possano essere rinnovati dal pediatra anche prima della scadenza annuale, questo al fine di distribuire in un arco temporale più esteso le visite ambulatoriali dei minori.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136