QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Laghi balneabili in Alto Adige, promossa la qualità dell’acqua: i dati

martedì, 4 luglio 2017

Caldaro – Lago grande di Monticolo, lago piccolo di Monticolo, lago di Caldaro, lago di Fiè, lago di Costalovara, lago di Tret, lago di Varna, lago di Favogna. Sono questi gli 8 specchi d’acqua balneabili presenti in Alto Adige, ed è su questi laghi che ogni mese i tecnici del laboratorio biologico provinciale effettuano test e prove legati alla qualità dell’acqua. Gli indicatori relativi all’igiene, sulla base delle quattro stagioni balneari precedenti, consentono una classificazione in quattro classi di qualità, e tutti i laghi altoatesini risultano essere al top. lago“L’attività di monitoraggio – sottolinea la direttrice del laboratorio, Alberta Stenico – conferma che in tutte le 8 superfici lacustri la qualità dell’acqua è eccellente”.

Tutti i dati sono consultabili online all’indirizzo ambiente.provincia.bz.it/acqua/laghi-balneabili-alto-adige.asp, ma l’impegno dell’Agenzia provinciale per l’ambiente non si limita alle analisi e comprende anche una serie di interventi di risanamento da svolgere nei mesi invernali come ad esempio lo sfalcio meccanico della vegetazione tramite l’utilizzo di due appositi macchinari. Uno di questi è stazionato al lago di Caldaro, l’altro invece è mobile e viene utilizzato di volta in volta in uno degli altri 7 laghi. “Assieme all’areazione delle acque e all’asporto selettivo delle acque del fondo – prosegue la Stenico – queste misure consentono di garantire non solo la balneabilità, ma anche il rispetto dell’equilibrio ecologico”.

Il monitoraggio delle acque è stato reso obbligatorio da una legge nazionale del 2008 che ha recepito una direttiva europea, e prevede prelievi mensili di campioni idrici tra aprile e settembre. In caso di risultati negativi, il laboratorio biologico provinciale è tenuto ad informare i comuni competenti, i quali devono dichiarare il divieto di balneabilità.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136