Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


I guanti sono controproducenti? L’Oms: “Possono aumentare la trasmissione del coronavirus”

lunedì, 8 giugno 2020

Milano – Ennesima questione nel mondo scientifico, che non ha dimostrato grande affidabilità in questi mesi di coronavirus creando scompiglio e tanti dubbi nell’opinione pubblica sulla reale veridicità di quanto sostenuto. Dopo diverse settimane di indicazioni e controindicazioni, dopo aver detto tutto e il contrario di tutto, dopo gli scontri tra membri del mondo sanitario e scientifico, oggi la nuova querelle riguarda i guanti: secondo l’Oms infatti i guanti non offrono una protezione totale e si rischia di trasmettere il coronavirus da una superficie all’altra o di contagiarsi toccandosi la faccia.

Per l’Oms infatti, “i guanti non offrono una protezione totale contro la contaminazione delle mani”, perché il virus può passare “attraverso piccoli difetti dei guanti stessi o durante la loro rimozione”; così come è possibile, con le mani guantate, passare il coronavirus “da una superficie all’altra” o contagiarsi “toccandosi il viso”.

Quella di oggi è l’ennesima querelle emblema del caos che regna in questa fase, aumentando i dubbi nei cittadini sulla reale efficacia di ciò che è stato e che viene ancora oggi suggerito, reso obbligatorio o vietato: dal lockdown alle mascherine, dai guanti a divieti insostenibili, credere nell’affidabilità di indicazioni contraddittorie del binomio scienza-politica è sempre più difficile.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136