Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Foce del Sarca, contenimento di detriti del maltempo: la situazione

domenica, 30 agosto 2020

Riva del Garda – Sono state stese già ieri sera alla foce del fiume Sarca – lago di Garda – le reti di contimento per il materiale che viene trasportato a causa del maltempo dal corso d’acqua. L’operazione è stata fatta per evitare che il legname e i detriti portati possano costituire pericolo alla navigazione. Sono 600 metri lineari che stamane, infatti, risultano aver trattenuto molto materiale. L’operazione che ha impiegato diversi Vigili del Fuoco Volontari di Riva del Garda è stata coordinata dall’ispettore Vigili del Fuoco Volontari Alto Garda e Ledro Marco Menegatti. Foto @ VVF Riva del Garda.

reti“I Vigili del Fuoco Volontari di Arco – precisa l’ispettore – stanno invece monitoranto il corso del fiume in quanto lungo l’argine sono stati individuati punti sensibili dove l’acqua potrebbe esondare. Sacchi di sabbia e tutto ciò che serve sono pronti già sui luoghi sensibili. I monitoraggi continueranno finchè sarà necessario”

L’INTERVENTO PER SICUREZZA E SALVAGUARDIA

I militi sono stati impegnati, analogamente a ieri, nell’arginare il legname proveniente dall’alveo del fiume Sarca ingrossatosi vistosamente a causa della situazione meteorologica in corso. Nella specifico oggi si è provveduto a ritirare le reti posate ieri pomeriggio racchiudendo al loro interno il legname giunto alla foce nella notte passata trainandolo in spiaggia. Successivamente si posava nuova rete per arginare la seconda ondata di piena prevista per il pomeriggio odierno.

In questo momento sono in corso nuovamente le operazioni di rimozione e traino delle reti con il legname, e la conseguente posa di un’altra rete. L’importanza di tale operazione risulta fondamentale per salvaguardare la stagione turistica, per il mantenimento della praticabilità di spiagge e navigazione che altrimenti risulterebbero compromesse per settimane.

Inoltre nella giornata odierna, per ovvi motivi di sicurezza, si è provveduto alla chiusura della ciclo pedonale sull’argine destro del Sarca, purtroppo tale divieto non è sempre stato rispettato da pedoni e ciclisti.

Infine i vigili del fuoco di Riva del Garda hanno prestato supporto al Corpo di Arco con personale per controllo della ciclabile, la messa a disposizione dell’idrovora da seimila litri/minuto e l’autocarro per il trasporto sacchetti di sabbia dalla sede della Protezione Civile a Lavis.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136