Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Covid-19, autocertificazione anche per spostamenti Italia-Austria. No a spostamenti per vedere i congiunti

giovedì, 19 novembre 2020

Bolzano – L’Euregio chiarisce che i movimenti da e per l’Austria devono essere motivati. Per spostarsi è necessaria l’autocertificazione.

L’Ufficio comune dell’Euregio informa che il quadro giuridico conseguente all’emergenza Covid-19 rende obbligatoria l’autocertificazione sia in arrivo che in partenza dall’Italia. L’arrivo la e partenza dall’Alto Adige, che è zona rossa, sono al momento consentiti solo per ragioni precise, fra cui motivi di necessità e di urgenza (ad esempio assistenza alle persone bisognose di cure, adempimento degli obblighi di assistenza, ritorno al proprio luogo di residenza), motivi di lavoro e di studio e condizioni di salute. In questi casi sarà necessario documentare il motivo con l’autodichiarazione ed esibirla in caso di controlli.

Spostamenti transfrontalieri da e verso il Tirolo o il Trentino per raggiungere la residenza del proprio partner non sono invece attualmente possibili. Il transito o il passaggio attraverso l’Alto Adige è consentito in ogni caso. Su richiesta dell’Euregio, gli allegati sono ora disponibili anche in lingua tedesca sul sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano all’indirizzo https://bit.ly/autodichiarazioneCovid e https://bit.ly/autodichiarazioneALLEGATO .



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136