Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Coronavirus, almeno 98 contagiati nel focolaio di Trento: isolamento all’ex caserma Viote. In provincia altri 19 casi

giovedì, 3 settembre 2020

Trento – Si allarga il focolaio partito dalla ditta trentina Furlani di lavorazione delle carni. Dopo i 26 casi registrati negli ultimi giorni, oggi se ne aggiungono 72, portando a 98 i positivi accertati all’interno dell’azienda. Questo pomeriggio saranno effettuati ulteriori 30/40 tamponi, cosa che porterà probabilmente ad un ulteriore incremento dei numeri. Attualmente è in corso un’attività di tracciamento dei contatti. La gran parte delle persone coinvolte è manodopera straniera e si tratta per lo più di casi asintomatici.

Fugatti 1Il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, e l’assessore provinciale alla salute, Stefania Segnana, hanno anticipato che nelle prossime ore sarà riaperto il centro delle Viote (ex caserma), sul monte Bondone, per mettere in isolamento le persone contagiate.

Accanto a questo focolaio si registrano ulteriori 19 casi emersi grazie ad un intenso screening effettuato su situazioni mirate: solo ieri sono stati analizzati ben 2.317 tamponi. A partire da domani e nei giorni successivi saranno eseguiti altri test in altre aziende del settore della lavorazione delle carni per circoscrivere il più possibile il contagio.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136