Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Bonus 600 euro a politici, consigliere di Trento si autodenuncia: “Non sarei arrivato a fine mese”

lunedì, 10 agosto 2020

Trento – “Anche io sono in Consiglio Comunale a Trento e anche io non vivo di sola politica, pago l’affitto ogni mese e per marzo e aprile sono rimasto senza lavoro e ho chiesto come te i 600 euro visto che con i gettoni di presenza non sarei arrivato a fine mese… ed è giusto rivendicarlo“. Così Jacopo Zannini, consigliere comunale di Trento, ringraziando, in un commento su Facebook, la consigliera comunale milanese Anita Pirovano, la quale ha reso noto di aver richiesto il bonus Partite Iva.

Nelle ultime ore alcuni esponenti politici in tutta Italia hanno comunicato la richiesta effettuata per il bonus da 600 euro dopo il putiferio generatosi dopo la notizia dei cinque deputati che hanno ottenuto i soldi, con conseguente ‘caccia’ ai nomi e bagarre mediatica. Zannini, di professione formatore, è consigliere comunale di “L’altra Trento a sinistra” e si ricandida con la lista Europa Verde Trento.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136