Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-
Venerdì, 22 aprile 2016

L'Università della Montagna di Edolo all'avanguardia nelle tecniche di formazione a distanza

Edolo - Le aree montane e rurali sono da sempre associate ai problemi di accesso alle opportunità di formazione, come è dimostrato dalle numerose politiche europee che si pongono l'obiettivo di promuovere sviluppo delle "terre alte".


Il primo e principale ostacolo all'accesso ai servizi di educazione è ovviamente rappresentato dalla conformazione territoriale delle montagne e dalla mancanza di infrastrutture e trasporti adeguati.

Tali problemi possono però essere facilmente superati grazie all'utilizzo intelligente delle nuove tecnologie.


E' quello che ha fatto e continua a fare l'Università della Montagna di Edolo, che dopo l'apertura di un polo universitario in un paese montano a chilometri dalla prima città (frequentato oggi da 300 studenti), ha voluto scommettere nuovamente contro tutti, puntando sull'innovazione didattica e sulle metodologie e-learning e blended-learning, grazie alle quali può contribuire alla formazione degli abitanti di territori montani anche lontanissimi da Edolo e alla condivisione di buone pratiche.Università della montagna 1


La bontà di tale investimento è testimoniata innanzitutto dalla partecipazione "virtuale" alle attività svolte a Edolo (solo per fare degli esempi: 50 coltivatori da tutta Italia hanno partecipato al tavolo tecnico sullo zafferano e i 15 partecipanti al corso di project management attualmente in svolgimento provengono da 6 regioni diverse) ma anche dall'interesse scientifico e mediatico catalizzato.


L'esperienza dell'università della Montagna è stata presa come modello:


- nella tesi di laurea magistrale della Dott.ssa Antonella Regonesi, seguita dalla Prof.ssa Luciana Zannini, "La tutorship nell'apprendimento a distanza: il caso studio di UNIMONT dell'Università Statale di Milano", che oltre ad essere stata premiata dalla Commissione di Laurea con il 110 e Lode, sarà oggetto di una pubblicazione scientifica;


- nel volume, edito da Aracne Editore, “Tecnologie e linguaggi dell’apprendimento”, in cui è inserito il capitolo “L’Università della Montagna. Esperienze blended learning per connettere le montagne”, scritto da Eleonora Crestani e Anna Giorgi;

Ultimo aggiornamento: 22/04/2016 00:01:19
POTREBBE INTERESSARTI
Lo strudel salato a km zero tipico del Tesino raggiunge i 24,42 metri
ULTIME NOTIZIE
Merano (Bolzano) - Alla scuola professionale provinciale per il commercio, l'artigianato e l'industria "Ing. Luis Zuegg"...