Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
 
Ad
Ad
 
Ad


La montagna rivalutata nel Recovery Plan: le novità

lunedì, 5 aprile 2021

Edolo – La montagna rivalutata nel Recovery Plan, avrà importanti risorse per il rilancio in diversi ambiti. Punto centrale sarà la digitilizzazione, ma anche i collegamenti viari e ferroviari per ridurre le distanze. Gli interventi interesseranno l’intero arco alpino e avrà effetti su Valle Camonica, Valtellina e la valli del Trentino. 

Nella bozza c’è un punto – il 23 – che indica le linee di sviluppo: “Per valorizzare adeguatamente i territori  montani e le aree interne il Piano deve tenere adeguatamente conto della nuova strategia per le aree montane e interne ai fini della riorganizzazione dei servizi, per accompagnare lo sviluppo sociale ed economicoe per contrastare i fenomeni di spopolamento e di denatalità, favorendo la cooperazione tra enti locali e in particolare tra piccoli comuni”.

La montagna, dimenticata nei vari decreti dello scorso anno e nella bozza di Recovery Plan approvata dal governo Conte, è stata reinserita alla Camera dei Deputati grazie al lavoro svolto dall’onorevole Roberto Pella in sinergia con il ministro Mariastella Gelmini. “Si tratta di un grande risultato  – sostiene il sindaco di Edolo, Luca Masneri -. Adesso lavoriamo insieme per la Strategia Nazionale delle Montagne Italiane”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136