Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Edolo, potenziata la stazione del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza

mercoledì, 30 ottobre 2019

Edolo – La Finanza presidia le località turistiche montane, potenziata la stazione del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Edolo (Brescia). In questo periodo autunnale, la Guardia di Finanza ha provveduto all’immissione in servizio di neofinanzieri, specializzati nel soccorso in montagna, presso le stazioni di Soccorso Alpino (S.A.G.F.) dislocate lungo la dorsale alpina ed appenninica dell’Italia.

Sagf Finanza elicottero 1

I militari, vincitori di concorso pubblico dedicato al comparto con prove attitudinali finalizzate all’accertamento delle qualità alpinistiche e sci-alpinistiche, hanno frequentato sia il corso di formazione di base presso la Scuola Alpina di Predazzo sia il corso di specializzazione alla sede di Passo Rolle del citato Istituto d’istruzione.

Con il provvedimento d’impiego, la Stazione S.A.G.F. di Edolo è stata assegnataria di un’aliquota di tale personale specializzato che, nella giornata di ieri,  ha ricevuto la visita, presso il Reparto Camuno del Comandante Provinciale di Brescia, Colonnello t.ST Salvatore Russo. Il Comandante Provinciale si è soffermato sull’importanza dell’impiego nel servizio di Soccorso Alpino della Guardia di Finanza che, proprio perché strategicamente dislocato nelle principali località turistiche montane, dal 2006 è presente in Alta Valle Camonica, nella sede di Edolo.

Sagf Finanza - Soccorso Alpino - sindaco Edolo 1Il presidio delle aree sciabili, con il servizio di vigilanza, sicurezza e soccorso, la ricerca e il recupero di persone in difficoltà, la collaborazione con altri attori istituzionali del soccorso tra cui, in particolare, il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e l’AREU bresciana con i quali il Corpo ha stipulato accordi di cooperazione, sono le aree tematiche richiamate dal Colonnello Russo poiché tutte orientate a garantire il bene comune della salvaguardia della vita umana nella frequentazione turistica, sportiva e ludico-ricreativa dell’ambiente montano. Particolare enfasi, infine, è stata posta nella qualificata sinergia operativa esistente con il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, dimostrata, oltre che nel quotidiano impiego congiunto, anche in occasione della complessa esercitazione dimostrativa dell’11 settembre scorso (nella foto a lato), svoltasi al Passo del Tonale alla presenza, oltre che dei sindaci di Edolo, Luca Masneri, e di Ponte di Legno, ingegner Ivan Faustinelli anche dei vertici regionali e provinciali del C.N.S.A.S. e della Superiore Gerarchia del Corpo rappresentata dal Comandante Interregionale dell’Italia Nord Occidentale, dal Comandante Regionale Lombardia, dai Comandanti Provinciali di Brescia e Sondrio, e dal Comandante della Scuola Alpina di Predazzo.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136