Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Breno: presentata la fiera della Sostenibilità nella Natura Alpina

martedì, 15 maggio 2018

Breno - Per il settimo anno consecutivo il mese di giugno in Valle Camonica sarà interamente dedicato alla riflessione sul tema di Alpi e sostenibilità attraverso gli assi portanti di ambiente, società, economia. Torna la Fiera della Sostenibilità nella Natura Alpina, il contenitore di eventi e iniziative del Parco dell’Adamello – Comunità Montana di Valle Camonica con le aree protette di Rete Natura di Valle Camonica e la collaborazione del Distretto Culturale di Valle Camonica e Sapori di Valle Camonica.

fen festa monno“La montagna è un rifugio” è il titolo di questa edizione 2018. In realtà la montagna, le Alpi, sono un grande laboratorio, spesso un luogo in fermento, ricco di complesse interazioni e spesso in conflitto con le contraddizioni del vissuto urbano e dei suoi riflessi sulle comunità locali, rimanendo comunque un rifugio: un luogo “diverso” che non è una mera presa di distanza elettiva dal mondo, ma un esempio e una dimostrazione che si può vivere, studiare, lavorare e pensare in uno stile alpino, per molti aspetti forse migliore di tanti altri stili di vita.

Proprio a partire dal tema di “montagna come rifugio”, nell’Anno internazionale del cibo italiano nel mondo, Parco Adamello e Sapori di Valle Camonica hanno deciso di dare vita all’iniziativa “Assaporando i rifugi”. Si è trattato di proporre il tema del CIBO ai rifugi della Valle Camonica con l’«adozione» di almeno una malga e una cantina camune, dando la possibilità agli escursionisti che verranno a visitare le nostre montagne di assaggiare i prodotti del territorio, imparando a conoscerlo meglio anche attraverso i suoi sapori. Inoltre sia in questa brochure che nell’opuscolo con il programma della Fiera sarà possibile trovare un inserto da staccare e portare sempre con sé: qui si potranno apporre i timbri dei rifugi visitati e, a fine estate, con un minimo di 10 timbri sarà possibile consegnare questa sorta di “card” al Parco dell’Adamello per ricevere un omaggio.

Quest’anno la Fiera ha scelto di essere ancora più sostenibile, fin dai più piccoli gesti di tutti i giorni. Ecco perché, in collaborazione con Valle Camonica Servizi, tutte quelle manifestazioni che prevedono degustazioni o consumo di pasti riceveranno una “dotazione biodegradabile” di tovagliette, tovaglioli, posate, piatti e bicchieri che non lasceranno nessuna traccia nell’ambiente, contribuendo così all’equilibrio ecologico del pianeta.

Un altro tema che la Fiera ha molto a cuore è quello del BIKE, e anche in questa edizione tante sono le iniziative finalizzate a rafforzare il concetto che la Valle dei Segni è una splendida “valle su due ruote”.

A Darfo Boario Terme in occasione dei Campionati Italiani di Ciclismo, nella giornata di venerdì 29 giugno avrà luogo il convegno Ciclabilità alpina, opportunità di sviluppo economico e territoriale, sulle potenzialità del cicloturismo (uno dei segmenti in maggiore crescita e espansione nell’industria turistica) anche in Valle Camonica.

A conclusione di questo bellissimo mese su due ruote, il 30 giugno e l’1 luglio sarà la volta della gara Valle Camonica BIKEnjoy con il suo percorso tutto rinnovato che si snoda attraverso i paesaggi più belli e suggestivi dell’Altopiano del Sole.

Anche il tema dei PAESAGGI che si incontrano nei territori alpini troverà in questa Fiera una sua importante eco. A partire, sempre in ordine cronologico, dai “paesaggi sonori”, sia quelli della natura che quelli creati dall’uomo, che incontreremo nelle giornate (1-3 giugno) di Cutìn Cutela, la quarta edizione del Festival dei suoni pastorali dedicati quest’anno alla scoperta del grande anfiteatro sonoro della Valgrigna (“cutìn cutela” e l’espressione onomatopeica con cui ci si riferisce al lavorio ininterrotto delle fucine e dei magli), con un affondo sul tema di campane e campanacci.

Il paesaggio sarà il protagonista assoluto del convegno di giovedì 14 giugno all’Auditorium Mazzoli di Breno, quando Enti, architetti, ingegneri, paesaggisti e agronomi parleranno di Trasformazione e permanenze dei paesaggi camuni: letture diagnostiche e interpretazioni progettuali.

Un progetto di ricerca condotto dall’Università degli Studi di Firenze – Dipartimento di Architettura del paesaggio – finalizzato alla realizzazione di interventi di riordino paesaggistico della Valle Camonica, soprattutto nelle sue componenti di fondovalle (zone industriali, Strada Statale 42, margini urbani di Ponte di Legno, Malonno, Darfo Boario Terme) e nelle aree agricole di pregio: pascoli alpini, prati terrazzati, agricoltura di fondovalle. Un’occasione per riflettere sulla propria identità paesaggistica e far riflettere sul futuro sostenibile della Valle Camonica.

E per concludere il 23 e 24 giugno torneremo a Monno per la nona edizione della Fen Festa, il campionato di falciatura a mano, che racconta una comunità resiliente che affronta il paesaggio in maniera eroica e sostenibile nel modo di “abitare” la terra.

Non mancheranno neanche in questa edizione i PREMI organizzati dal Parco dell’Adamello. Da quelli “storici” – il Premio per il Miglior Orto Alpino e il Premio Prati da Sfalcio – al nuovissimo Premio Fonti di Vita, per la tutela delle sorgenti e delle fonti idriche minori legate alla buona gestione delle acque in campo rurale, anche con riferimento al valore estetico e al significato identitario delle stesse.

Tanti, come sempre, gli eventi della Fiera (più di 60, tra quelli organizzati direttamente dal Parco e quelli in collaborazione con altre realtà) e anche in questa edizione non mancheranno i consueti appuntamenti del mercoledì all’Auditorium Mazzoli di Breno con il ciclo Conoscere la natura di Valle Camonica, le presentazioni di libri alla libreria STORiE di Pisogne, la collaborazione con associazioni, Enti, gruppi organizzatori di eventi sostenibili nella bellissima natura del nostro territorio.

Proprio nella numerosa partecipazione in rete di molti soggetti pubblici e privati che operano nell’ambito di sport, cultura, educazione, formazione e turismo sta il valore aggiunto della Fiera che, arrivata alla sua settima edizione, può contare su una rete territoriale di grande effetto e capacità operativa.

Per conoscere come meritano tutte le iniziative nel programma della Fiera della Sostenibilità 2018 ci sono tante modalità: sfogliando il programma cartaceo distribuito in 10.000 copie, consultando il sito internet www.fierasostenibilita.parcoadamello.it, oppure sulla pagina Facebook Parco Adamello, dove è riportato il calendario completo di tutti gli eventi.

La Fiera della Sostenibilità nella Natura Alpina

La Fiera della Sostenibilità nella Natura Alpina allarga gli orizzonti e per il settimo anno consecutivo il mese di giugno in Valle Camonica sarà interamente dedicato alla riflessione sul tema di Alpi e sostenibilità attraverso gli assi portanti di ambiente, società, economia.  Nella sede della Comunità Montana Valle Camonica, alla presenza di Simona Ferrarini (assessore a Cultura e Turismo), Giovan Battista Bernardi (assessore all’Ambiente e Parchi), Carlo Sacristani (assessore all’Agricoltura e Foreste) e del direttore del Parco dell’Adamello, Dario Furlanetto, è stata presentata la manifestazione che ha come tema: ”La montagna è un rifugio”.

“Sovente le montagne vengono riconosciute come rifugio dove trovare momenti di vita alternativa alla città, un luogo dove vivere, magari per pochi giorni, in modo separato e discontinuo rispetto alla quotidianità – spiega il direttore del Parco dell’Adamello, Dario Furlanetto -. Lo stesso rifugio, inteso come edificio alpino, nell’immaginario urbano spesso rappresenta un’isola incontaminata fuori dalla contemporaneità, un luogo dove vivere momenti sereni e lontani dalla vita di tutti i giorni”.

In realtà la montagna, le Alpi, sono un grande laboratorio, spesso un luogo in fermento, ricco di complesse interazioni e spesso in conflitto con le contraddizioni del vissuto urbano e dei suoi riflessi sulle comunità locali, rimanendo comunque un rifugio: un luogo “diverso” che non è una mera presa di distanza elettiva dal mondo, ma un esempio e una dimostrazione che si può vivere, studiare, lavorare e pensare in uno stile alpino, per molti aspetti forse migliore di tanti altri stili di vita.

Proprio a partire dal tema di “montagna come rifugio”, nell’Anno internazionale del cibo italiano nel mondo, Parco Adamello e Sapori di Valle Camonica hanno deciso di dare vita all’iniziativa “Assaporando i rifugi”. Si tratta di proporre il tema del cibo ai rifugi della Valle Camonica con l’ “adozione” di almeno una malga e una cantina camune, dando la possibilità agli escursionisti che verranno a visitare le montagne di assaggiare i prodotti del territorio, imparando a conoscerlo meglio anche attraverso i suoi sapori. Hanno aderito 19 rifugi e gli abbinamenti con le malghe e le cantine sono stati raccolti in una brochure che resterà in distribuzione da maggio a settembre. Inoltre nell’opuscolo della Fiera sarà possibile trovare un inserto da staccare e portare sempre con sé: qui sarà possibile apporre i timbri dei rifugi visitati e, a fine estate, con un minimo di 10 timbri sarà possibile consegnare questa sorta di “card” al Parco dell’Adamello per ricevere un omaggio.

Ferrarini-Furlanetto

Quest’anno – come hanno sottolineato gli assessori Simona Ferrarini (prima da sinistra nella foto con accanto Dario Furlanetto), Carlo Sacristani e Giovan Battista Bernardi – la Fiera ha scelto di essere ancora più sostenibile, fin dai piccoli gesti di tutti i giorni: in collaborazione con Valle Camonica Servizi tutte le manifestazioni che prevedono degustazioni o consumi pasti riceveranno una dotazione “biodegradabile” di tovagliette, tovaglioli, piatti, posate che non lasceranno tracce nell’ambiente”.

Sul tema del bike ci saranno tante iniziative finalizzate a rafforzare il concetto di “Una splendida valle su due ruote”. A Darfo Boario (Brescia), in occasione del Campionati Italiani di Ciclismo, nella giornata di venerdì 29 giugno si terrà il convegno “Ciclabilità  alpina, opportunità di sviluppo economico e territoriale” e saranno affrontati i temi e le potenzialità del cicloturismo in Valle Camonica.  Il 30 giugno e il 1 luglio sarà la volta della “Valle Camonica  BIKEnjoy”, con il percorso interamente rinnovato che si snoda attraverso i paesaggi più belli dell’Altopiano del Sole.

Attenzione anche al paesaggio con un convegno in calendario il 14 giugno a Breno (sala Mazzoli) dove enti, architetti, ingegneri, paesaggisti e agronomi si confronteranno su “Interventi di riordino paesaggistico della Valle Camonica”. Molti gli eventi legati all’agricoltura e tra questi spicca la nona edizione di “Fen Festa” (nella foto di apertura l’edizione 2017) con il campionato di falciatura a mano in calendario a Monno il 23 e 24 giugno.

La Fiera della Sostenibilità aderisce alla Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile
30 maggio – 5 giugno 2018
European Year of Cultural Heritage
Anno Europeo del Patrimonio Culturale
La montagna è un rifugio
“Anno internazionale del cibo italiano nel mondo” Dichiarato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali
Giornata Mondiale della Bicicletta ONU



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136