Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Adamello, illesi dopo una notte a -15°C: recuperati sei alpinisti croati

lunedì, 4 novembre 2019

Saviore dell’Adamello – Hanno passato la notte con quindici gradi sotto zero, a oltre tremila metri nella zona del Pian di Neve, in Adamello. Recuperati illesi stamattina sei alpinisti di nazionalità croata. L’allertamento della V Bresciana del Soccorso alpino e del Sagf – Soccorso alpino Guardia di finanza è partito ieri sera, a causa del mancato rientro.

Dopo avere dormito al bivacco Ugolini, i sei alpinisti avevano intenzione di attraversare il ghiacciaio del Pian di Neve e di scendere al Passo del Tonale, dove li attendeva un amico. Le condizioni meteorologiche però, come annunciato da giorni, erano pessime, con neve e forti raffiche di vento. Era già buio quando l’amico ha chiesto aiuto. I contatti telefonici erano quasi impossibili, l’ultimo messaggio da parte loro era arrivato ieri poco prima di mezzogiorno. Dopo la richiesta di soccorso è stata valutata la situazione e stamattina la Centrale ha inviato l’elicottero da Brescia, che ha sempre a bordo il tecnico di elisoccorso del Cnsas.

Li hanno individuati sopra il ghiacciaio del Mandrone. Avevano trovato riparo sotto un grosso sasso, dove hanno trascorso la notte. Sono stati riportati a valle, illesi.

CONSIGLI
Le previsioni del tempo sono sempre da valutare quando si va in montagna, se si vuole tornare a casa sani e salvi. Il buio, il vento, la neve sul terreno e il freddo cambiano completamente le condizioni e quindi il grado di rischio. È fondamentale fare sempre appello al buonsenso e alla coscienza per non mettere a rischio la propria vita e anche quella dei soccorritori.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136