Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Edolo: esperienze all’estero per gli studenti del Meneghini

Le attività di studio e lavoro in un ambiente culturale diverso dal proprio paese di origine favoriscono la crescita

Edolo (Brescia) - Esperienze di studio e lavoro all’estero per gli studenti dell’Istituto Meneghini di Edolo. Sono state presentate, alla presenza del dirigente scolastico professoressa Raffaella Zanardini (nella foto) e docenti dell'istituto superiore di Edolo, le importanti attività di internazionalizzazione allo scopo di loro promuovere l’acquisizione di competenze trasversali e connessioni globali che possono influenzare positivamente la formazione dei partecipanti.

Saranno due i percorsi di mobilità internazionale che 30 alunni degli Indirizzi Tecnico Tecnologico e Tecnico Economico vivranno a partire dal prossimo 26 maggio, a poche settimane dal suono dell’ultima campanella dell’anno scolastico.
Quindici studenti saranno impegnati per due settimane in un Pcto linguistico in lingua inglese a Malta; in Irlanda, a Dublino, per quattro settimane, altri 15 studenti seguiranno un percorso di potenziamento linguistico e sanno inseriti in aziende selezionate secondo il loro profilo di studio.

Tali attività sono rese possibile grazie ai finanziamenti europei del Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 – Fondo sociale europeo (FSE).

Per gli studenti dell’Indirizzo Forestale si conferma la partecipazione al progetto Erasmus+ Forest4Life che ha consentito l’erogazione di 7 borse di studio per la realizzazione, nei mesi di maggio-giugno 2024, della mobilità all’estero in Lettonia, per 3 studenti e in Bulgaria per 4 studenti.

Provengono da diversi indirizzi gli studenti che stanno svolgendo un anno all’estero.

Promotrice ed organizzatrice delle diverse iniziative il dirigente scolastico Raffaella Zanardini che sottolinea: "Vivere e lavorare in un ambiente culturale diverso dal proprio paese di origine espande la prospettiva personale. Gli studenti hanno l'opportunità di confrontarsi con nuove tradizioni, valori, e modi di pensare e ciò favorisce la crescita personale, aiutandoli a diventare più aperti, flessibili e inclusivi. Peraltro questo tipo di esperienze consente di entrare in contatto con i processi lavorativi e a ottenere una visione più chiara delle aspettative e delle sfide del mondo del lavoro".
Ultimo aggiornamento: 16/05/2024 08:08:46
POTREBBE INTERESSARTI
Dopo la formazione in Valfurva quattro camuni e tre della Valsabbia hanno conseguito la qualifica di capisquadra
Al ballottaggio ha vinto la colazione di centrodestra sostenuta da Chiari al centro: i risultati
Ha presentato i concorsi "Fiormaggi" e "Un fiore nel piatto" al festival Gustò di Orbassano
Brilla Manuel Verzeroli, primo nella categoria Youth
Il Basket in Carrozzina con la società di Rovato protagonista
Stasera primo consiglio comunale dopo le elezioni dell'8 e 9 giugno
ULTIME NOTIZIE
Il tempestivo intervento dei carabinieri ha evitato il peggio
Bolzano - Le Pattuglie della Squadra “Volanti” Polizia di Stato sono state chiamate più volte a fronteggiare furti e...