Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


A Bruxelles premiati il Parco dello Stelvio e l’Hotel Caminetto di Folgarida

mercoledì, 4 dicembre 2019

Bruxelles – Val di Sole grande protagonista anche fuori dai confini italiani. Da settimane la Carta Europea del Turismo Sostenibile nelle Aree Protette era assegnata al Parco dello Stelvio: la cerimonia in cui c’è stato il riconoscimento ufficiale ha visto l’assegnazione dell’Europarc Star Awards all’Hotel Caminetto di Folgarida gestito da Marco Katzemberger.

A BRUXELLES LA CERIMONIA
europarc2Tra le 34 aree protette italiane certificate come destinazioni turistiche sostenibili, 110 in totale in Europa, da oggi c’è anche il Parco nazionale dello Stelvio. A Bruxelles, presso il Comitato Europeo delle Regioni, la cerimonia di consegna al Parco della Carta Europea del Turismo Sostenibile nelle Aree Protette. Questo importante riconoscimento di Europarc Federation attesta il processo partecipativo di un Parco con gli operatori turistici con l’obiettivo di diventare destinazioni turistiche sostenibili.

europarcNel commentare la cerimonia di Bruxelles, il vicepresidente Mario Tonina evidenzia come “la folta presenza, tra i premiati, di parchi italiani testimonia un percorso di crescita del nostro Paese sui temi dello sviluppo sostenibile. In questo percorso il Trentino, che con lo Stelvio completa la certificazione di tutto il sistema provinciale delle aree protette, si conferma come capofila. Anche il riconoscimento dato a Marco Katzemberger per l’hotel Caminetto di Folgarida ha un grande significato perché evidenzia le opportunità di crescita che il tema della sostenibilità dello sviluppo turistico ha presso gli operatori del settore ricettivo. Il premio a Katzemberger è un riconoscimento a tutti quegli operatori turistici – e sono tanti – che nei loro comportamenti aziendali hanno il coraggio di fare scelte, piccole o grandi, che sappiano guardare oltre il quotidiano“.

Alla cerimonia erano presenti Romano Stanchina, dirigente del Servizio Aree Protette della Provincia di Trento, e Lorenzo Cicolini, presidente del Comitato provinciale di coordinamento e indirizzo, insieme al direttore del settore lombardo Alessandro Nardo e ad Ilona Ortler a rappresentare il settore altoatesino.

La CETS – ha affermato nel suo intervento il dirigente Stanchina - è un passo fondamentale per l’attuazione delle linee guida per lo sviluppo turistico sostenibile nel Parco Nazionale dello Stelvio. I tre settori lavorano insieme in questi mesi per definire il Piano e il Regolamento del Parco. La CETS è la via per lavorare insieme sulle azioni concrete, è una palestra per la collaborazione tra i tre settori ma anche uno straordinario strumento per coinvolgere gli stakeholders locali”.

La certificazione al Parco Nazionale dello Stelvio si aggiunge a quelle già ottenute dal Parco Naturale Adamello Brenta (nel lontano 2006, rivalidata nel 2012 e 2018), dal Parco Paneveggio Pale di San Martino nel 2015 e dal sistema delle Reti di Riserve nel 2017. Questo riconoscimento proietta sempre più le aree protette del Trentino in una dimensione internazionale e consente loro di fare sistema e testare progetti virtuosi da esportare poi anche fuori dalle aree protette.

Nel corso della cerimonia è stato anche premiato l’Hotel Caminetto di Folgarida con l’Europarc Star Awards, premio rivolto alle imprese turistiche che lavorano con le destinazioni sostenibili in Europa, per riconoscere il loro impegno nel proteggerne il patrimonio naturale e culturale. L’albergo trentino gestito da Marco Katzemberger, certificato Qualità Parco e Carta Europea del Turismo Sostenibile Fase II, ha vinto la categoria “Comunicazione dei valori del mio parco e del mio business“. Il premio destinato a Katzemberger è stato consegnato a Bruxelles a Matteo Masè, assessore al marketing e comunicazione del Parco Naturale Adamello Brenta.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136