Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Trento: un successo la presentazione del libro “Fiume che cammina” di Alberto Pattini

venerdì, 29 novembre 2019

Trento – In una sala affollata è stata presentato ieri sera il nuovo libro fotografico e poetico di Alberto Pattini “Fiume che Cammina – Transumanza: patrimonio dell’Umanità”. Il libro propone immagini e versi che ripercorrono la vita di pastori e i luoghi attraversati con il loro gregge: dalle montagne trentine della catena del Lagorai (il suo nome deriva dalla numerosa presenza di laghi alpini), fino ai pascoli di Altino e Jesolo sul mare Adriatico veneto e viceversa lungo il percorso millenario della transumanza sul quale successivamente i Ro-mani costruirono la strada Claudia Augusta Altinate (nelle foto alcuni momenti della serata e presentazione del libro di Alberto Pattini).

LA PRESENTAZIONE - Oltre un centinaio di persone hanno partecipato ieri sera presso Caritro (Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto) alla presentazione del nuovo libro fotografico e poetico di Alberto Pattini. Si sono succeduti gli interventi del sindaco di Trento, professor Alessandro Andreatta, della professoressa Marta Villa docente di antropologia di cultura alpina presso l’ateneo trentino e presidente Unesco di Trento, e del professor Domenico De Nisi archeologo e collaboratore del Muse di Trento.

Inoltre Chiara Turrini ha recitato con sentimento due poesie contenute nel libro di Alberto Pattini “Fiume che cammina” e ” Suoni vaganti in Trentino”. Infine l’autore ha raccontato le emozioni percepite durante il viaggio transumante durato 4 anni con i pastori vaganti dalla catena del Lagorai al mare Adriatico e viceversa. Toccante è stata la frequentazione con il “pastore buono” di Cavalese Marco Demattio detto Scota, il decano dei pastori in attività nelle Alpi orientali. Un uomo di altri tempi, dalla saggezza sconfinata e dalla capacità di adattarsi a qualsiasi difficoltà sempre con positività e con il sorriso sulle labbra.

VIDEO

Volume in brossura “Fiume che Cammina”, formato 28 x 21 cm, 144 pagine, 32 poesie e 99 fotografie a colori, stampato da Grafiche Futura. Prezzo: 20 euro

L’AUTORE - Alberto Pattini, nato a Trento, amante della poesia e studioso di storia del territorio e dell’arte, è autore di 31 libri e di numerosi articoli giornalistici d’attualità in testate locali e nazionali. E’ stato ricercatore alacre e divulgatore di biochimica e alimentazione dello sport, pubblicando in riviste internazionali di medicina dello sport.

Ha vinto alcuni concorsi nazionali e internazionali di poesia; nel 2014 ha pubblicato le sue liriche nei volumi “Il Trentino dei sentimenti” abbinando la sua poesia alla prosa di Daniela Larentis e in “Il cuore delle Alpi. Sulle ali del Trentino”. E’ stato direttore artistico del Concorso Nazionale di Poesia “Il lago nel cuore”. Nel 2016 ha dato alle stampe il libro con 105 liriche dal titolo “Poesia del Trentino – La melodia della Grande Madre”.

Nel 2017 ha realizzato come regista il film documentario “Pastori erranti sotto le stelle – dall’Adriatico al Lagorai” e nel 2018 “Suoni vaganti in Trentino”.

Tra il 2017 e il 2018 ha esposto la mostra poetica e fotografica “Fiume che cammina” con grande successo di pubblico al Muse di Trento, al Museo geologico delle Dolomiti di Predazzo, all’Icering di Miola di Pinè e in molte altre località del Trentino. Nel 2019 ha allestito la mostra fotografica e poetica “Lacrime di resina – Foreste ferite in Trentino” a Trento in località Candriai e a Borgo Valsugana.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136