Ad
Ad


Giornata del Contemporaneo: eventi al Museo di Nadro a Ceto

giovedì, 6 ottobre 2022

Ceto (Brescia) – Doppio evento al Museo di Nadro a Ceto (Brescia) per la Giornata del ContemporaneoSabato 8 ottobre, alle ore 18, inaugurazione in Area 42 delle mostre personali del fotografo triestino Leopoldo Bon (“Armonie”) e dell’artista camuno Virgilio Patarini (“Scripta Volant”)
Con questi due eventi, inseriti entrambi nel programma ufficiale della Giornata del Contemporaneo organizzata dall’AMACI (Associazione Musei Arte Contemporanea Italiani), si apre ufficialmente la parte di programmazione dedicata all’Arte Contemporanea del Museo di Nadro in Valle Camonica, ossia il Museo della Riserva delle Incisioni rupestri di Ceto, Cimbergo e Paspardo, per la stagione 2022/2023, nei tre piani dell’edificio del Quattrocento di via Piana 42 rinominati “Area 42”.

Nel corso dell’intera stagione ogni mese saranno presentate due mostre di artisti di caratura nazionale e internazionale, sotto la direzione artistica di Patarini (nella prima foto Patarini-Don-Chisciotte-e-Sancio-Panza-pagine-del-Cinquecento-e-pigmenti-su-tela) e con l’organizzazione di Zamenhof Art, l’associazione culturale che insieme ad ArchExperience da un anno gestisce il Museo e la Riserva delle Incisioni Rupestri di Ceto, Cimbergo e Paspardo.

Al piano terra le opere fotografiche astratte dell’artista triestino Leopoldo Bon (nella seconda foto), che presenta una selezione delle sue opere psichedeliche: una serie di “Sinfonie” di forme, luce e colori che travalicano i confini di ciò che comunemente si intende per fotografia. Qui la macchina fotografica viene utilizzata per catturare liquide esplosioni di luce che si scompongono in forme variopinte e che l’artista poi stampa su supporti dalle forme curvilinee, ovoidali e irregolari che esaltano ulteriormente la visionarietà di questo originalissimo approccio. Mostra visitabile fino al 3 novembre, tutti i giorni dalle 9 alle 17. Ingresso libero.

Al primo e al secondo piano un’ampia selezione di quadri dell’artista di origini camune Virgilio Patarini appartenenti alla serie “Scripta Volant”: opere realizzate ritagliando silhouettes di personaggi letterari (Dante e Virgilio, Don Chisciotte e Sancio Panza) o di animali (aironi e farfalle) da pagine di libri del Cinquecento e del Seicento e applicandole poi su superfici materiche e variopinte (cemento e pigmenti su tela), opere che iocano sul contrasto dialettico tra la leggerezza delle sagome ritagliate e la matericità dei fondi, tra impatto emozionale dei colori e citazioni letterarie. Mostra visitabile fino al 3 novembre, tutti i giorni dalle 9 alle 17. Ingresso libero.

La mostra “Scripta Volant (nella terza foto) sarà inoltre allestita anche nella sala consiliare del Comune di Paspardo e sarà visitabile sabato 15 e domenica 16 ottobre in occasione della “Sagra della Castagna”.

Sul sito di Zamenhof Art, nella parte dedicata ad Area 42, anticipazioni sugli artisti protagonisti delle mostre successive, tra pittura, scultura e fotografia, fino al settembre 2023: Paola Gamba, Vito Carta, Walter Bernardi, Salvatore Alessi, Daniela Doni, Marco Lombardo, Paolo Lo Giudice, Ivo Stazio, Maura Mattiolo, Maria Luisa Ritorno, Gaetano Fiore, Giovanni Feliziani e altri in corso di definizione.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136