Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Trento: tenta rapina in banca, la Polizia arresta 54enne

martedì, 4 agosto 2020

Trento – La Polizia di Stato di Trento ha arrestato un rapinatore che ha fatto irruzione in mattinata alla filiale Unicredit di corso II novembre a Trento. M. D., cinquantaquattrenne siracusano residente a Trento, si è presentato pocoi dopo le 10 armato di taglierino dinanzi alla direttrice della filiale Unicredit di Corso III Novembre di Trento, urlando “In alto le mani, questa è una rapina, datemi l’incasso”.

poliziaDopo aver capito che in cassa non vi era denaro, desisteva dall’intento e si allontanava a piedi verso il centro della città. Pochi minuti erano però sufficienti ad una pattuglia della Squadra Volante per intercettarlo, nelle vicinanze di piazza Dante, e trarre in arresto l’uomo, peraltro, già noto per numerosi precedenti contro il patrimonio e del quale la direttrice aveva fornito una sommaria descrizione. Sul posto la Squadra Mobile, rinveniva il taglierino e assumeva informazioni più dettagliate per la ricostruzione dei fatti.

Importante per il buon esito dell’operazione è stato il ruolo centrale della Sala Operativa della Questura che ha saputo nell’immediato trasformare gli indizi dell’informazione in elementi fondamentali per il rintraccio e l’arresto del rapinatore.

Grande soddisfazione espressa al personale della Polizia di Stato da parte del Commissario di Governo Sandro Lombardi che si è complimentato per la rapidità con la quale la Squadra Volante ha arrestato il malvivente e con le attività messe in campo dal questore Claudio Cracovia per il contrasto della microcriminalità presidio della giusta serenità della cittadinanza.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136