Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Lago d’Iseo, tragedia a Punta Almana: 58enne precipita col parapendio

domenica, 24 maggio 2020

Iseo – Tragedia nei pressi di Punta Almana, sulla sponda bresciana del Lago d’Iseo: Giuseppe Rinaldi, 58enne ha perso la vita precipitando con il parapendio, che si sarebbe improvvisamente sgonfiato in volo diventando incontrollabile. Fatale lo schianto contro le rocce: sul posto i soccorsi e l’eliambulanza di Bergamo oltre ai carabinieri della Compagnia di Chiari e i vigili del fuoco ma purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Giuseppe Rinaldi, originario di Provaglio d’Iseo (Brescia) viveva a Bornato, frazione di Cazzago San Martino (Brescia)e lascia la moglie Mara e tre figli di 28, 22 e 16 anni. Rinaldi conosceva molto bene la zona in cui volava e passato dalla frazione di Portole era salito sino a raggiungere Punta Almana a 1400 metri di quota per poi lanciarsi in volo. Qualcosa non ha funzionato in fase di decollo e per il 58enne non c’è stato nulla da fare. Il recupero è avvenuto in un paio d’ore e i carabinieri hanno avviato le indagini. La  Procura di Brescia ha aperto un fascicolo per fare chiarezza sulle cause del decesso di Giuseppe Rinaldi.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136