Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Festival della musica in Alto Adige, arresti e denunce

Controlli dei carabinieri della Compagnia di Egna

Egna (Bolzano) - Festival di musica Techno di Anterivo: un arrestato, 2 denunciati e 4 segnalati. Sequestrate droghe di ogni tipo. Nella zona sportiva di Anterivo (Bolzano) si è svolto un festival di musica Techno della durata di tre giorni nel corso del quale si sono alternati 30 disck-jokey nazionali e internazionali e dove hanno preso parte diverse centinaia di giovani provenienti da diverse parti d’Italia e dall’estero, di cui duecento hanno anche dormito in tenda all’interno dell’area della festa.
I carabinieri della Compagnia di Egna, in occasione dell’evento hanno messo in campo un massiccio dispositivo di controllo con decine di militari per garantire la giusta cornice di sicurezza dei partecipanti e dei residenti del comune di Anterivo e nei comuni limitrofi.

I servizi di controllo hanno visto impegnati i militari delle Stazioni della Compagnia di Egna, il nucleo cinofili di Laives e al Nucleo Operativo e Radiomobile di Egna in rinforzo anche carabinieri provenienti dalle Compagnie di Bolzano e Merano. Il dispositivo realizzato per il contrasto di consumo e spaccio di sostanze stupefacenti era composto da carabinieri in normale uniforme di servizio, altri in abiti civili e infine anche alcuni in tenuta operativa e la gestione dell’ordine pubblico è stata realizzata dai carabinieri in coordinamento con l’ufficio di gabinetto della questura di Bolzano.

Data la numerosa affluenza di giovani provenienti sia da regioni confinanti che anche dall’estero, i controlli effettuati dai Militari sono stati minuziosi su tutto il territorio della Bassa Atesina.

Che sarebbe stato un weekend “caldo” sotto il punto di vista operativo lo si era già capito da venerdi pomeriggio quando i carabinieri hanno predisposto un dispositivo di controllo per i mezzi in uscita dal casello autostradale A22 di Egna e, a seguito della verifica ad un’autovettura sospetta, venivano deferiti in stato di libertà, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, due ragazzi di 23 e 26 anni, uno di nazionalità austriaca e l’altro nato a Merano, entrambi residenti nel Burgraviato, trovati in possesso di due spinelli preconfezionati, 23 grammi di marijuana, 6 grammi di funghi allucinogeni.

I controlli successivamente si sono spostati presso il luogo dell’evento ad Anterivo, anche qui i Carabinieri, in servizio in abiti civili si sono “infiltrati” all’interno delle piste da ballo dove hanno proceduto a monitorare la situazione fino ad arrivare ad individuare un giovane che stava vendendo stupefacenti.
A quel punto è scattato l’arresto in flagranza di reato per spaccio di sostanze stupefacenti di un diciannovenne nato a Bressanone residente a Chiusa, ritenuto “pusher”, poiché sorpreso a cedere a più persone, all’interno della festa, della sostanza stupefacente del tipo “MDMA”, di fatto dopo essere stato fermato e perquisito dai militari, l’uomo è risultato essere in possesso di 4 dosi di “MDMA”, 3 pastiglie di “Ecstasy”, 4 grammi di “Chetamina” e 450€ in contanti, provento dell’attività di spaccio.

Veniva quindi estesa la perquisizione anche presso l’abitazione del ragazzo nel territorio del comune di Chiusa, che ha permesso il recupero di ulteriori 22 grammi di “MDMA”, 11 grammi di funghi allucinogeni, 34 pastiglie di “Ecstasy”, 5 grammi di “Chetamina”, 29 grammi di “Hashish”, un bilancino di precisione e altro materiale per il confezionamento.

A termine della perquisizione l’arrestato è stato condotto presso la sua abitazione a Chiusa in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida che si è svolta nella mattinata di ieri presso il Tribunale di Bolzano ove l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto operato dai carabinieri e ha sottoposto il giovane all’obbligo di firma.

Venivano denunciato in stato di libertà per spaccio anche un ventunenne di nazionalità e residenza Germanica, trovato in possesso di 7 grammi di “Hashish” suddivise in dosi, 6 pastiglie di oppioide tipo “Tilidina”, 2 grammi di funghi allucinogeni, 3 francobolli di “LSD” e 260€ in contanti, provento dell’attività di spaccio.

Sono stati segnalati all’Autorità Prefettizia per uso personale: un trentacinquenne, nato in Austria, residente a Bressanone trovato in possesso di un grammo di Eroina; un cittadino residente a Lana classe 1998 trovato in possesso di due “spinelli”; un cittadino residente a Renon classe 2003 trovato in possesso di una modica quantità di chetamina e una ragazza classe 2003 residente a Merano trovata in possesso di una pasticca di ecstasy.

Nella serata di sabato si è anche registrato un malore da parte di una giovane nata a Silandro dovuto verosimilmente all’assunzione di sostanze stupefacenti. La ragazza è stata trasportata in ambulanza all’ospedale di Bolzano ove grazie alle cure mediche ricevute la sua situazione si è subito stabilizzata.

Sarà proposta all’Autorità di Pubblica Sicurezza di Bolzano l’applicazione di una misura di prevenzione nei confronti dei giovani che hanno avuto comportamenti antigiuridici.

Questo il commento del Comandante della Compagnia Carabinieri di Egna, Capitano Federico Seracini: “L’odierno risultato operativo è stato raggiunto grazie alla sinergia di più reparti e dimostra quanto, anche in questo territorio, sia importante una decisa azione di prevenzione e contrasto al consumo e spaccio di sostanze stupefacenti tra i più giovani”.
Ultimo aggiornamento: 18/06/2024 19:48:40
POTREBBE INTERESSARTI
I carabinieri rintracciano la piccola e la riaffidano alle autorità competenti sana e salva
Rovereto (Trento) - La costante attività di controllo del territorio, di prevenzione e repressione dei reati da parte...
ULTIME NOTIZIE
A metà novembre gli avversari saranno i romeni dell'Arcada Galati