Ad
a
Ad
Ad


Temù: addio a Martino Zani, accolse in Adamello Papa Wojtyla

giovedì, 4 agosto 2022

Temù – La Valle Camonica piange Martino Zani (nelle foto © Dario Bonzi), 91 anni, storico rifugista, che il 16 luglio 1984 accolse al rifugio Lobbia Alta, che gestiva con la moglie Carla, Papa Giovanni Paolo II e il presidente della Repubblica, Sandro Pertini.

Originario di Temù, Martino Zani iniziò come falegname, poi scoprì la passione per il lavoro di rifugista e dal 1959 al 1970 gestì il rifugio Garibaldi, passando poi il testimone ad Andrea Faustinelli. Dal 1970 gestì il rifugio Lobbia Alta che il 16 luglio 1894 accolse Papa Giovanni Paolo II e il presidente Pertini. “Furono giorni speciali per la nostra famiglia e per l’intera Valle Camonica – raccontò Martino Zani – e Papa Giovanni Paolo II  rimase colpito dal ghiacciaio durante le discese sugli sci”.
La visita del Papa ispirò Lino Zani, figlio di Martino, e maestro di sci e autore di importanti programma televisivi, che scrisse il libro “Era Santo era Uomo”, il racconto dell’amicizia nata tra le montagne e sull’Adamello con Papa Giovanni Paolo II e nel 2013 il libro è diventato un film.

Martino Zani, con la moglie Carla Sandrini, terminata l’attività di rifugista tornò nella sua Temù e questa mattina – all’età di 91 anni – è morto. Cordoglio e centinaia di messaggi alla moglie e alla famiglia.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136