Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
 
Ad
Ad
 
Ad


Tamponi salivari, passa all’unanimità la mozione-Tironi

martedì, 4 maggio 2021

Brescia – E’ stata approvata all’unanimità dal Consiglio regionale della Lombardia la mozione presentata a prima firma da Simona Tironi (FI) vicepresidente della Commissione Sanità e Politiche Sociali, relativa all’avvio di campagne di screening con tampone salivare molecolare e alla definizione di un Piano regionale che ne preveda l’utilizzo diffuso.

Con questa mozione, che conferma l’unità di intenti tra la maggioranza in Consiglio e la Giunta, l’esecutivo lombardo farà un passo in più per la salute dei cittadini – commenta Simona Tironi – allargando l’utilizzo dei tamponi salivari molecolari ai luoghi soggetti ad un possibile incremento dei contagi partendo dai territori lombardi più colpiti dalla pandemia come la Provincia di Brescia. La mozione prevede poi la definizione di un Piano regionale per l’utilizzo diffuso e continuativo dei tamponi salivari molecolari quale metodologia diagnostica per l’individuazione della diffusione dell’infezione da Coronavirus. Speriamo presto di affiancarlo ad una presa di posizione chiara anche da parte del Ministero della Salute. Anche su questo sono fiduciosa. Oggi, in Consiglio abbiamo avuto una rappresentanza di eccellenza con le professoresse Valentina Massa ed Elisa Borghi dell’Università Statale di Milano che insieme al loro team hanno per prime inventato e sperimentato gli screening dei tamponi salivari molecolari. Il loro lavoro deve essere il nostro orgoglio. Per questo ho chiesto ai colleghi di rivolgere un applauso alle due docenti come piccolo, ma significativo gesto simbolico di riconoscimento del loro prezioso lavoro e verso tutti coloro che in questo anno sono stati in prima linea. Il loro impegno deve essere uno degli stimoli a ritrovare quell’orgoglio Lombardo che ha le sue fondamenta nell’impegno, nella competenza e nel duro lavoro. È da qui che dobbiamo ripartire verso una nuova normalità”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136