Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-
Giovedì, 8 ottobre 2020

Recovery Fund, la proposta delle Province. Alghisi: "Investire su scuole e strade"

Brescia - In attesa di ricevere i soldi del Recovery Fund da parte dell'Italia, arrivano le proposte delle varie istituzioni del Paese. Il presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi, condivide l’iniziativa di UPI, Unione delle Province d’Italia, inerente alle proposte dell’Italia per l’utilizzo del Recovery Fund e alla redazione del Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza, il quale definisce gli ambiti strategici nei quali le Province possono avere un ruolo decisivo.


alghisi gdvIl documento presentato da UPI ha l’obiettivo di mettere al centro dell’attenzione e del dibattito tre tematiche: la scuola, la messa in sicurezza delle infrastrutture e la costruzione di opere pubbliche.

Nel dettaglio, la volontà è quella di utilizzare le risorse del Recovery Fund per promuovere la digitalizzazione e la diffusione di strumenti tecnologici, soprattutto all’interno della scuola secondaria superiore; per la messa in sicurezza di oltre 30.000 ponti, viadotti e gallerie che insistono sulla rete viaria provinciale e per la progettazione e realizzazione di opere pubbliche sia a livello locale sia a livello nazionale.


E’ necessario promuovere un intervento strategico e omogeneo su tutto il territorio nazionale – ha dichiarato il presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi - evitando così di avvantaggiare solo le città metropolitane a discapito delle realtà periferiche. Al fine di ottenere questo risultato condiviso, bisogna che su scala locale e regionale, con un confronto costruttivo con le forze politiche, economiche e sociali, si forniscano indicazioni comuni da fornire al Governo per disegnare e attuare un percorso di crescita equa e solidale, evitando così che le risorse vengano concentrate solo in poche aree, tralasciando gli altri territori. Una Provincia come la nostra che conta 205 comuni, di cui molti montani o comunque periferici, che conta 2000 km di strade, 450 ponti e viadotti – sostiene con forza UPI nel riconoscimento del ruolo centrale delle Province, che garantiscono servizi essenziali ai cittadini, a partire da scuole e strade”.

Ultimo aggiornamento: 08/10/2020 00:09:51
POTREBBE INTERESSARTI
Lo strudel salato a km zero tipico del Tesino raggiunge i 24,42 metri
ULTIME NOTIZIE
Merano (Bolzano) - Alla scuola professionale provinciale per il commercio, l'artigianato e l'industria "Ing. Luis Zuegg"...