Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Grande partecipazione all'Adunata degli Alpini di Vicenza

Oltre 6mila penne nere delle tre sezioni Valle Camonica, Brescia e Salò-Monte Suello

Vicenza - A metà pomeriggio gli alpini delle tre sezioni bresciane sono sfilati davanti alla tribuna delle autorità alla 95^ Adunata degli Alpini di Vicenza.
Per due giorni la città veneta è stata invasa da 85mila penne nere, di cui 6mila provenienti dalla provincia di Brescia, con le tre sezioni guidate dai rispettivi presidenti, Ciro Ballardini per la sezione Ana Vallecamonica, Enzo Rizzi della sezione Brescia e Sergio Poinelli della Monte Suello Salò.
Una parata che è durata quasi 11 ore e quella odierna - secondo gli organizzatori - è stata una delle adunate alpine con il maggior numero di presenze complessive, oltre 450 mila. La sfilata è stata aperta dalla fanfara della Brigata Alpina Julia, poi lo sfilamento della diverse sezioni, e alle 16 è stata la volta delle penne nere bresciane con in sequenza gli alpini delle sezioni Monte Suello Salò, Brescia e Vallecamonica.

Con Ciro Ballardini, presidente della sezione Ana Valcamonica, erano presenti capigruppo e centinaia di penne nere della valle, da Ponte di Legno a Pian Camuno, con una folta rappresentanza di sindaci che, oltre ad aver svolto tra gli alpini il servizio militare, sono il riferimento per le rispettive comunità. Tutti in gruppo - come ormai accade da alcune adunate - i primi cittadini e alcuni amministratori hanno raggiunto in pullman Vicenza, quindi visitato la "cittadella militare" e raggiunto la zona per la sfilata iniziata poco dopo le 14:30 con il passaggio davanti al palco d'onore alle 16. Al termine si sono dati appuntamento per la 96^ adunata, che nel 2025 si terrà a Biella.
La speranza è quella di rivedere - magari già nel 2026 - l'adunata a Brescia.

All'Adunata di Vivenza erano presenti autorità e ministri, forte il messaggio inviato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: "Rivolgo il più cordiale saluto agli Alpini e ai loro familiari riuniti in occasione della 95ª Adunata Nazionale a Vicenza. A tutti i membri dell’Associazione Nazionale Alpini giunga il più sentito apprezzamento per la meritoria opera di rinnovo del legame tra le generazioni e il plauso per il servizio che il sodalizio svolge nell’ambito delle attività di volontariato all’interno del sistema di Protezione Civile Nazionale, prova del vostro impegno e dell’altruismo a favore di tutta la collettività".

"Le penne nere sino alle più recenti missioni internazionali, nell’ambito delle decisioni operate dal Parlamento e delle pianificazioni delle competenti autorità - ha aggiunto - sono sempre state esempio di onore, senso del dovere e spirito di sacrificio. Il corpo degli Alpini è una specialità di punta dell’Esercito, costantemente impegnata al servizio della Repubblica".

Ribadito il messaggio di unità e di pace. “Quest’anno – ha concluso il presidente Ana nazionale Sebastiano Favero il motto che abbiamo voluto dare all’Adunata è “Il sogno di pace degli Alpini”, per affermare con forza quanto le Penne nere sia in armi, con le missioni di pace in giro per il mondo, sia in congedo, con la solidarietà e il volontariato sociale, testimoniano ogni giorno. Per gli alpini la pace non si costruisce con gli slogan, ma sul campo giorno per giorno, facendo il proprio dovere e cercando di dare una mano e sostenere chi ha bisogno”. Al termine della sfilata, come tradizione, la stecca è passata dalla sezione Ana di Vicenza a quella di Biella che organizzerà l'Adunata nel maggio 2025.
Ultimo aggiornamento: 12/05/2024 19:53:26
POTREBBE INTERESSARTI
Roma - Esame di maturità per 526.317 studenti italiani, poco più di 8mila bresciani, di cui 1.200 tra Valle Camonica,...
Ceto (Brescia) - Ultimo saluto a Brigida Andreina De Pari, 82 anni. Nel pomeriggio si terranno le esequie di...
Brescia - Un insegnante di religione residente nel Bresciano è stato arrestato per pedopornografia. L'inchiesta della...
Cles (Trento) - Domani - giovedì 20 giugno, alle 18 - si alzerà il velo a Cles sulla nuova mostra “Valentino Ruatti....
Venerdì 21 giugno "Yoga day", sabato 22 lo spettacolo "Mago per svago"
ULTIME NOTIZIE
Sondrio - Maltrattamemnti sulla moglie, imprenditore valtellinese arrestato. Il 35enne è accusato di stalking e lesioni....
Riva del Garda (Trento) - Terminata la settimana clou del salvamento nazionale con i campionati italiani assoluti in...