Ad

w

Ad
Ad


Cosio Valtellino, studente premiato al Salone del Libro di Torino

giovedì, 21 ottobre 2021

Cosio Valtellino – Si chiama Jacopo Pontiggia e frequenta la 3^B della scuola secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo di Cosio Valtellino. È lui il vincitore della sezione scuola secondaria di I grado del Premio nazionale “Cercatori di poesia nascosta – Esplorare il testo con il Metodo Caviardage” 2021, il concorso ideato e promosso dal Centro per il libro e la lettura in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, rivolto agli alunni delle scuole primarie e secondarie. Grazie alla sua creazione poetico – artistica sul Canto I dell’Inferno, uno dei testi previsti per la partecipazione al Concorso dell’anno celebrativo di Dante, domenica scorsa il giovane studente valtellinese ha ricevuto il premio nella splendida cornice del Salone Internazionale del Libro di Torino.

L’iniziativa è stata concepita come occasione per far emergere la creatività e la ricerca poetica di bambini e ragazzi, rendendoli protagonisti attraverso il Metodo ideato dall’insegnante Tina Festa; un sistema altamente inclusivo che stimola il pensiero divergente, favorisce una lettura attenta e nello stesso tempo “istintiva” del testo che mira a investigare le proprie emozioni. Dopo l’esame dei 2.623 elaborati pervenuti da 115 Istituti scolastici italiani, la Giuria nazionale di esperti formata da Tina Festa, Gemma Gemmiti, Sabina Antonelli, Maria Greco e Mirna Molli ha valutato i 40 elaborati (15 scuola primaria e 25 scuola secondaria di primo grado) preselezionati dal gruppo di lavoro del Centro per il libro e ha decretato i vincitori.

«La premiazione di un alunno è sempre motivo di soddisfazione per una scuola, indica qualità del lavoro proposto sia nel percorso che nei risultati – dichiara la Dirigente dell’Istituto Comprensivo di Cosio Valtellino, Laura Loffa –. Con soddisfazione mi congratulo con Jacopo per il suo talento e il suo impegno. Domenica ha ricevuto anche un altro riconoscimento lo studente, accompagnato dai genitori e dalla sua insegnante di italiano, Pezzola Ernesta, ha scoperto con sorpresa che il suo elaborato vincente era stato scelto come copertina del libro con pubblicato tutti gli elaborati del concorso, ritrovandosi iscritto all’Agenzia ISBN come illustratore».

«Mi complimento con Jacopo, con la Dirigente Scolastica e con le insegnanti che hanno sostenuto lo studente in questa bella iniziativa  – aggiunge il Dirigente Ust, Fabio Molinari –. È nostro dovere dare ai giovani la possibilità di esprimersi attraverso l’arte e la creatività affinché possano coltivare i propri talenti anche al termine del loro percorso di studi. Tale riconoscimento è indubbiamente motivo di grande orgoglio per le nostre scuole».



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136