Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Cles, parte la demolizione dell'ex caserma dei vigili del fuoco

Dala giornata odierna a venerdì 28 giugno via Diaz resterà chiusa

Cles (Trento) - Prenderanno il via oggi, lunedì 24 giugno, i lavori di demolizione dell’ex caserma dei vigili del fuoco a Cles. L’immobile in via Diaz sarà raso al suolo per far spazio alla nuova “Casa della Comunità”, che accorperà diversi servizi sanitari di base per la comunità di riferimento, con particolare attenzione ai pazienti cronici. Una struttura che punta a compiere importanti passi avanti nel garantire un’efficiente medicina territoriale e di prossimità.

La nuova costruzione si svilupperà su quattro livelli fuori terra e un piano interrato e ospiterà i servizi di APSS tra cui ambulatori, studi medici e sale riunioni. Non mancheranno dei locali a disposizione del Comune di Cles.

L’immobile è di proprietà comunale e, grazie a un accordo tra Comune, Provincia e Azienda Sanitaria, è stato messo a disposizione per un periodo di 33 anni. L’importo complessivo dell’intervento è di 7 milioni e 750mila euro, di cui 3 milioni e mezzo finanziati attraverso il PNRR - Missione 6, mentre la parte rimanente sarà a carico della Provincia autonoma di Trento.

Per consentire i lavori di demolizione del vecchio edificio, da lunedì 24 a venerdì 28 giugno via A.
Diaz resterà chiusa al transito, sia veicolare che pedonale, in entrambi i sensi di marcia e solamente nel tratto di strada antistante l’ex caserma dei vigili del fuoco dalle 9:30 alle 20. Sarà invece possibile transitare in senso unico alternato dalle 20 alle 9:30.

"Siamo particolarmente contenti che inizino i lavori per la realizzazione della “Casa della Comunità” - commenta il sindaco di Cles Ruggero Mucchi -. Lavori che saranno lunghi e che comporteranno inevitabilmente dei disagi ai cittadini, a cui chiediamo pazienza e collaborazione. Si tratta di una grandissima opportunità per Spinazeda e questo intervento si inserisce nelle molteplici iniziative messe in campo per rigenerare un rione che sta continuando a svilupparsi anche grazie ad investimenti privati".

Qui l’amministrazione comunale, oltre alla riqualificazione delle pavimentazioni con i lavori in via Lampi prossimi al via, ha previsto nuove strategie che verranno concretizzate a breve: in particolare l’acquisto dell’area Viesi e degli edifici andati distrutti nell’incendio del 4 dicembre 2022. "Prossimamente renderemo noti i dettagli anche di queste operazioni - conclude Mucchi -. Per quanto riguarda la “Casa della Comunità”, invece, crediamo sia stato opportuno dare una nuova destinazione di sviluppo, in un rione che ne ha particolarmente bisogno, a uno degli immobili del patrimonio comunale che ci creava maggiori difficoltà. Ci vorranno due anni per vederla ultimata, ma parliamo di una struttura che avrà un importante ruolo sociale. Direi che Spinazeda può guardare al futuro con ottimismo».
Ultimo aggiornamento: 24/06/2024 06:26:41
POTREBBE INTERESSARTI
A metà novembre gli avversari saranno i romeni dell'Arcada Galati
ULTIME NOTIZIE
Darfo Boario Terme (Brescia) - Prima seduta doppia della stagione per i verdeblù, che si sono ritrovati questa mattina...
Alessandra Sensini: "Siamo in corso per il podio in sette classi su dieci"
La Procura attende le memorie difensive degli indagati