Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Valle Camonica, Italia In Comune: “Preoccupati della scelta dell’Amministrazione di Braone”

giovedì, 3 dicembre 2020

Braone – La sezione “Vallecamonica di Italia In Comune” interviene sulla scelta dell’Amministrazione comunale di Braone (Brescia) di “eliminare riferimenti al rispetto della Costituzione e rispetto norme contro l’apologia del fascismo per la concessione di spazi pubblici”.

Italia in Comune - Valle CamonicaLa sezione ValleCamonica di Italia in Comune esprime “la propria preoccupazione e il proprio dissenso per la scelta dell’Amministrazione comunale di Braone che, contro i principi che dovrebbero animare ogni formazione democratica, ha scelto di eliminare delle linee guida sulla concessione di spazi pubblici i riferimenti di rispetto della nostra amata Costituzione e delle leggi contro l’apologia al fascismo. Azioni di questo tipo non possono essere attuate come un semplice passaggio burocratico.

I valori delle nostra Costituzione, compresi quelli antifascisti, di cui è intrisa la carta dei valori del Nostro Partito ci obbligano a prendere posizione su una vicenda della nostra terra camuna, che riteniamo grave e simbolicamente preoccupante.

Speranzosi che l’Amministrazione comunale di Braone possa cogliere il nostro appello, così come quella di altre formazioni associative, di tornare sui propri passi e di ribadire nelle linee guida sull’affidamento di spazi pubblici chiari riferimenti alla Costituzione e al rispetto delle norme contro l’apologia al fascismo”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136