Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Valle Camonica senza vaccini, Mottinelli (PD): “Regione Lombardia risolva subito questa situazione”

venerdì, 11 dicembre 2020

Breno – Sanità, anche la Valle Camonica è senza vaccini, sono a rischio le persone più fragili e solo il 22% della popolazione anziana della valle è stata finora vaccinata.

Pier Luigi Mottinelli, segretario del PD della Valle Camonica, che sta lavorando con la segreteria di zona alle priorità della sanità camuna, interviene in merito alla campagna vaccinale del territorio, che finora ha coperto solo il 22% della popolazione:

“Mi chiedo e chiedo a Regione Lombardia, in particolare ai consiglieri di maggioranza, per quale motivo a tre quarti della popolazione camuna sopra i 65 anni non sia garantito il vaccino antinfluenzale. Siamo di fronte a una situazione molto preoccupante, che vede le sedute vaccinali essere rinviate o annullate per mancanza di vaccini, mettendo in estrema difficoltà proprio la medicina del territorio e le farmacie, le figure dei medici di base, tanto provate nella prima ondata della pandemia.

Questo significa che gli anziani, persone fragili che andrebbero tutelate, rischiano di potersi vaccinare solo tra qualche settimana, quando addirittura il vaccino potrebbe non essere più efficace. E’ necessario fare chiarezza sulle modalità con cui vengono distribuiti i vaccini e sono necessarie spiegazioni sul perché in Valle non siano arrivate le quantità necessarie al fabbisogno della popolazione”.
Pier Luigi Mottinelli

Secondo Mottinelli (nella foto) la sanità lombarda, sta dimostrando “nella rete della medicina territoriale, e non solo per quanto riguarda la gestione dell’emergenza Covid, tutte le lacune e le fragilità che devono essere discusse e risolte, anche tramite un confronto con le vicine Emilia Romagna e Veneto”.

Non è possibile – ha concluso Mottinelli – non avere a disposizione gli strumenti per tutelare le nostre comunità. Faccio appello ai Consiglieri regionali bresciani tutti, affinché si possa porre rimedio a questa grave situazione, che sta creando, tra i cittadini, il doveroso allarme, di cui mi faccio portavoce”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136