Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Valle Camonica, destinati 15 milioni di euro per la depurazione delle acque

martedì, 18 agosto 2020

Malonno – Dopo l’estate inizieranno le opere per la realizzazione del depuratore di Malonno, Sonico ed Edolo, con un investimento di 5 milioni e mezzo di euro. Per la depurazione sono state destinate da Acque Bresciane, che gestirà la realizzazione delle opere, 15 milioni e serviranno per interventi, evitando di incorrere nell’infrazione dell’Unione Europea. Il Piano d’Ambito bresciano ha in cantiere opere per 288 milioni che saranno realizzate da Acque Bresciane e una parte è destinata alla Valle Camonica. “Con questi investimenti destinati alla Valle Camonica – spiega Pier Luigi Mottinelli, già presidente della Provincia di Brescia e segretario del circolo Valle Camonica del PD – saranno realizzate opere importanti per la depurazione”.

Nello specifico le opere: per il collettamento delle acque reflue nei Comuni di Sellero, Cedegolo e Berzo Demo è previsto un intervento di 4 milioni e 200mila euro. Altri 5 milioni e mezzo sono stati destinati alla realizzazione del depuratore di Sonico, Edolo e Malonno e 5 milioni circa per collettare i tre Comuni al depuratore. Inoltre sono stanziati 207.665 euro necessari per il collettamento dei terminali fognari di Capo di Ponte e l’impianto di Esine.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136