Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Stop allo sport e controlli, la Provincia di Brescia chiede chiarimenti al Governo

martedì, 20 ottobre 2020

Darfo Boario Terme – Il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi, raccogliendo le istanze che giungono dal territorio, si farà portavoce con il Governo per avere chiarimenti sulle misure adottate nell’ultimo DCPM.

alghisi gdv“Non possiamo pensare che i sindaci possano gestire in autonomia l’aspetto legato ai controlli e alla sicurezza, quando spesso si trovano senza disponibilità proprie di agenti di polizia locale o con personale limitato e condiviso attraverso convenzioni. Sono necessarie maggiori risorse, aggiuntive e non cumulative per le forze dell’ordine, in modo da poter aumentare i controlli di polizia locale, con il fondamentale supporto concreto della Questura”.

Rispetto alle restrizioni contenute nel nuovo DCPM, per quanto riguarda le attività sportive, dichiara: “La Provincia, attraverso protocolli di sicurezza, ha lavorato in questi mesi ed è riuscita a garantire il diritto allo sport, mettendo a disposizione delle Associazioni sportive le palestre degli Istituti Superiori in orario extrascolastico. Al tal proposito si fanno necessarie ulteriori specificazioni da parte del Governo sull’utilizzo degli impianti sportivi anche per quanto concerne gli sport non da contatto”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136