Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Il camuno Pierangelo Milesi riconfermato presidente delle Acli Bresciane

venerdì, 9 ottobre 2020

Brescia – Secondo mandato da presidente della Acli bresciane per Pierangelo Milesi, docente, residente a Corteno Golgi (Brescia). Il  Consiglio Provinciale, dopo l’assemblea e l’elezione dei rappresentanti, si è riunito per l’elezione del presidente Provinciale e della Presidenza.

Pierangelo Milesi - foto © AcliPierangelo Milesi (nella foto credit Acli), presidente Acli uscente, ha raccolto il voto unanime dei 42 consiglieri presenti ed è stato riconfermato alla guida dell’Associazione per il secondo mandato. Milesi ha ringraziato il Consiglio per la piena fiducia accordatagli e per la disponibilità alla collaborazione democratica, specie in questo tempo particolarmente esigente sotto il profilo sociale.

“È questo anche il tempo della fraternità, come ci ha ricordato Papa Francesco nella sua ultima Enciclica Fratelli tutti – ha detto Milesi – e questa fraternità va intrapresa e vissuta attraverso progetti concreti nelle comunità che abitiamo e serviamo. Le crescenti disuguaglianze ci chiamano a riconfermare la nostra azione sociale sostenuta da un pensiero solidamente espresso nella Dottrina Sociale della Chiesa. Le Acli promuovono lo sviluppo umano integrale attraverso una rinnovata fedeltà alle persone più fragili e vulnerabili, rigenerando i legami dentro le comunità, nell’attenzione ai temi del lavoro e della formazione delle coscienze”.

Durante il Consiglio provinciale, su proposta del presidente Pierangelo Milesi, è stata eletta all’unanimità la nuova Presidenza provinciale delle Acli bresciane; confermati come vicepresidenti Stefania Romano e Fabrizio Molteni.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136