Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Edolo: inaugurato lo Snorkel dei vigili del fuoco. VIDEO

sabato, 20 aprile 2019

Edolo – E’ stato inaugurato in mattinata a Edolo (Brescia) lo Snorkel, il nuovo mezzo tridimensionale acquistato dall’Associazione vigili del fuoco 1890 di Edolo che sarà utilizzato dai militi (nelle foto alcuni momenti delle cerimonia).

In piazza Martiri erano presenti i sindaci di Edolo, Luca Masneri, e il consigliere di minoranza Ivan Moles, i primi cittadini di Sonico, Gian Battista Pasquini; Corteno Golgi, Martino Martinotta, Paisco Loveno, Bernardo Mascherpa, il responsabile del distaccamemnto di Edolo, Sandro Malgarotti, quindi i vigili del fuoco dei distaccamenti di Vezza d’Oglio, Cles e Aprica, il comandante della Polizia Stradale distaccamento di Darfo Boario, Ispettore Maggiore Pierangelo Mensi e il Sovrintendente Capo, Cristian Scalvinoni, il comandante dei carabinieri della Compagnia di Breno, capitano Filiberto Rosano e il comandante della stazione carabineiri di Edolo, maresciallo maggiore Rosario Fazio, e i responsabili della Protezione Civile di Edolo, Sonico, Malonno, Valle di Saviore, Saviore e Arnica, e i cittadini edolesi. I dirigenti del comando provinciale dei vigili del fuoco erano impegnati per l’incendio divampato nella notte a Marone.

Durante la cerimonia il responsabile del distaccamento dei vigili del fuoco di Edolo, Sandro Malgarotti, ha rimarcato l’importanza dello Snorkel che andrà ad ampliare le modalità di intervento soprattutto nei luoghi angusti e stretti dei paesi della Valle Camonica.

Lo Snorkel ha un braccio in grado di elevarsi oltre i venti metri, è arrivato a Edolo nei mesi scorsi e diverrà operativo a breve. È l’unico presente non solo in Valle Camonica, ma anche nella provincia di Brescia, e sarà messo a disposizione di chiunque ne avrà necessità. I costi per l’acquisto, di circa 40mila euro, sono stati coperti con contributi della Comunità Montana Valle Camonica e delle Unione dei Comuni delle Alpi orobie e della Valsaviore. Sarà utilizzato per operare nei centri storici, dove altri mezzi spesso non riescono ad arrivare, e garantirà più sicurezza a tutta la popolazione.

VIDEO



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136