Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Brescia, crescono le imprese legate allo sport

mercoledì, 25 settembre 2019

Brescia – Sport, 4 mila imprese in Lombardia, 23 mila in Italia, +30% in cinque anni. Business da 3,5 miliardi in Italia, di cui oltre un miliardo in Lombardia. La crescita record dei giovani a Milano, 8% delle imprese, +20% in un anno, +72% in cinque. Nel Bresciano si contano 836 imprese.

Sono 23 mila le imprese che si occupano di sport in Italia, secondo i dati della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi delle quali 4 mila in Lombardia, prima regione italiana con un quinto del totale, concentrate a Milano con oltre mille. Seguono Lazio con 3 mila, Emilia Romagna, Piemonte e Veneto con circa 2 mila. Nel complesso sono 7 mila le imprese che promuovono eventi sportivi, 4 mila imprese gestiscono impianti sportivi, 4 mila club sportivi, 4 mila palestre e 2 mila realizzano corsi ed attività sportive. Sono 43 mila gli addetti in Italia, dei quali 10 mila in Lombardia e circa 5 mila a Milano. Il settore cresce in Italia del 29% in cinque anni. In Lombardia cresce del +33%. Emerge da una elaborazione  della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati Registro Imprese riferiti al secondo trimestre 2019 e relativi alle sedi di impresa. Il confronto avviene con il secondo trimestre 2018 e 2014. Business da oltre 3 miliardi in Italia, oltre 1 miliardo in Lombardia, 624 milioni a Milano, prima nel Paese (elaborazione Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati AIDA – Bureau van Dijk).

Trainano la crescita i giovani imprenditori. Crescita record dei giovani a Milano, 8% delle imprese, +20% in un anno, +72% in cinque. Sono l’8% delle imprese anche in Lombardia e in Italia e crescono in regione del 10% in un anno e di +48% in cinque e nel Paese del 5% in un anno e del 31% in cinque.

“Il Tavolo Giovani – ha dichiarato Alvise Biffi, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e presidente di Speed MI Up,  l’incubatore di Università Bocconi, Camera di Commercio e Comune di Milano – nasce dalla Camera di commercio, per aiutare i giovani imprenditori ad avere visibilità verso le imprese mature, interessate al loro settore, in modo che possano emergere contatti e sinergie di sviluppo. È anche un’occasione di confronto per gli startupper che muovono i primi passi nello stesso settore per confrontarsi e migliorare vicendevolmente, condividendo esperienze e a volte anche avviando collaborazioni. Dedichiamo questo tavolo allo sport, un settore emergente per avviare imprese, soprattutto per i giovani, che seguiamo nell’avvio d’impresa con l’incubatore Speed MI Up”.

Tavolo Giovani  è l’iniziativa della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, che  ha preso avvio nell’estate del 2016, proseguendo la positiva esperienza dei Tavoli Tematici per Expo 2015. Le iscrizioni sono ancora aperte. Per registrarsi all’evento di mercoledì 30 settembre scrivere a:  tavologiovani@mi.camcom.it.

Il tavolo giovani è parte attiva dell’ecosistema start up del nostro territorio: i tavoli  nascono, infatti, grazie alla collaborazione con le Associazioni di categoria, le Università, gli Incubatori, Comune di Milano, Regione Lombardia, Aifi e altri attori pubblici e privati e anche grazie al loro contributo, i tavoli diventano concrete occasioni di networking per le start up.

Il Tavolo è anche occasione per far conoscere i servizi della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, delle sue Aziende speciali e delle Partecipate, orientati a supportare le imprese nella loro fase di avvio e nei primi anni di vita, quali ad esempio, le Assistenze specialistiche per l’avvio d’impresa, i servizi digitali per l’impresa (Spid, Firma digitale) l’Assistenza Qualificata per le imprese (AQI), i Bandi di contributo, le iniziative del Punto impresa digitale (PID).

I numeri: la piattaforma ha raccolto dal 2016 ad oggi circa 230 progetti, che arrivano a 1000 considerando anche quelli di Tavoli Expo. Gli utenti registrati alla piattaforma sono circa 7.900. I followers su twitter sono più di 17.000.

La Lombardia è tra le regioni più in crescita: +33% in cinque anni e +7% in un anno. Milano da sola pesa un terzo lombardo con oltre mille imprese (1.417) e cresce di +40% in cinque anni e +8% in un anno. Gli addetti a Milano sono 5 mila e crescono del 60% in cinque anni. Seguono Brescia con 836 imprese (+30% in cinque anni) e Bergamo con 540 imprese (+35%). In forte crescita anche le imprese a Monza Brianza a quota 308 (+35%) Lodi con 64 (+33%).

Nel complesso gli addetti in Italia sono oltre 43 mila, dei quali 10 mila in Lombardia (uno su quattro circa del totale nazionale) e circa 5 mila a Milano. Seguono per addetti Lazio (5 mila), Emilia Romagna (quasi 5 mila), Piemonte (4 mila) e Veneto (4 mila). In Lombardia, oltre Milano, ai primi posti Brescia e Bergamo con quasi mille addetti.

Il business. Nel 2017 il giro d’affari delle imprese legate allo sport ha superato i 3 miliardi di euro in Italia, dei quali oltre 1 miliardo di euro realizzato in Lombardia (35% del complessivo). A seguire Lazio con 567 milioni di euro, Emilia-Romagna con 459 milioni e Veneto con 289 milioni di euro. In Lombardia, dopo Milano, Brescia con  92 milioni di euro, Bergamo con 65 milioni di euro e Monza Brianza con 53 milioni di euro.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136