Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Elezioni comunali a Peio: “Il futuro è oggi”, il candidato sindaco Alberto Pretti e il programma della lista

giovedì, 10 settembre 2020

Peio – Entra nel vivo la campagna elettorale a Peio  (Trento), dove il 20 e 21 settembre saranno eletti sindaco e consiglio comunale.

Presentiamo la lista “Il futuro è oggi“, con candidato sindaco Alberto Pretti (nella foto), 55 anni. Oggi – alle 17.30 – in piazza Casa Grazioli nella frazione di Strombiano ci sarà la prima presentazione.

Alberto PrettiCANDIDATO SINDACO – ALBERTO PRETTI – 55 anni, geometra, libero professionista

“Dopo una profonda e attenta riflessione ho scelto, insieme a un gruppo di persone motivato ed entusiasta, di candidarmi a sindaco del Comune di Peio e di impegnarmi per la ricerca del bene comune e per la costruzione insieme a voi cittadini della Val di Peio del futuro. Una valle che sia più sostenibile, smart e capace di dare prospettive di crescita personale e collettiva alle persone che scelgono di abitarvi o che vengono a trascorrere i loro periodi di vacanza.

Il nostro Comune, la Val di Peio, ha bisogno di un sindaco che possa garantire un impegno a tempo pieno e di una squadra, fatta di donne e di uomini, motivata e pronta a mettere in campo l’esperienza maturata e le competenze acquisite nei settori professionali accanto alla freschezza di idee nuove e innovative.

Mettersi a disposizione significa per noi lavorare per migliorare la qualità della vita e proporre un modello di sviluppo sociale, economico e culturale improntato al benessere delle persone. Siamo consapevoli dei bisogni e delle esigenze della nostra valle. Il nostro programma si basa sull’analisi della situazione reale e propone soluzioni concrete e attuabili nel breve e medio periodo. Forte di un’esperienza professionale trentennale nel settore tecnico amministrativo e nella gestione del bene comune, prima come amministratore e poi come presidente dell’Asuc di Celentino e quindi del Consorzio di Miglioramento fondiario, sono ben consapevole delle sfide che ci aspettano, ma se ci darete fiducia sapremo prenderci cura della Val di Peio fin dal giorno successivo alle elezioni. Ogni giorno getteremo un seme per far crescere una comunità e un territorio forte e rigoglioso come gli alberi delle nostre montagne. Il futuro è oggi”.

Lista Peio - Il futuro è oggi - Alberto PrettiLISTA  CANDIDATI 

MICHELE CASEROTTI, 31 anni, Cogolo, impiegato e maestro di snowboard

“Mi piace stare in mezzo alla gente, confrontarmi con persone anche di culture diverse perché credo che il confronto sia sempre una ricchezza. Amo la montagna, ma soprattutto fare sport immerso nella natura sia in estate che in inverno. Mi candido  perché mi piacerebbe portare la mia passione per lo sport e per il turismo eco-sostenibile in questa nuova esperienza. Ho deciso di unirmi al gruppo “Il futuro è oggi” perché credo nelle potenzialità di questa squadra unita dall’amore per questa valle, con tanti progetti e idee innovative che porteranno benefici per tutti i cittadini”.

FEDERICO DAPRÀ, 29 anni, Cogolo, Ingegnere civile

“Ho scelto questo gruppo perché lo ritengo valido, con esperienza e con competenze in molti ambiti. Ho deciso di candidare per rendermi utile per la nostra comunità portando le mie idee, le mie competenze e la mia voglia di fare all’interno di questo gruppo per contribuire in maniera attiva al miglioramento del nostro comune”.

PIER ETTORE GABRIELLI, 56 anni, Celledizzo Agente forestale in pensione

“Ho deciso di candidare con questo gruppo perché ritengo sia formato da persone competenti, qualificate e moderate all’altezza di fare scelte strategiche per la valle e i nostri giovani. Faccio parte del Comitato ASUC di Celledizzo, dove collaboro nella manutenzione e valorizzazione del territorio boschivo. Personalmente, mi sono sempre impegnato con dedizione nella promozione dello sci da fondo giovanile a livello locale, trentino e nazionale. Dedicherò parte del mio tempo a collaborare impegnandomi nell’ambito ambientale e sportivo”.

GIULIA GIRARDI, 47 anni, Cogolo, Insegnante

“Collaboro attivamente nella gestione delle attività familiari nel settore edile e turistico. Ho deciso di candidarmi con questo gruppo, composto da persone con svariate competenze e sensibilità, concrete, preparate e impegnate. Voglio dare il mio contributo per sviluppare le potenzialità della nostra valle con entusiasmo e dedizione, per lasciare ai nostri giovani un posto migliore”.

VIVIANA MARINI, 41 anni, Cogolo, Impiegata amministrativa

“Le esperienze di studio (laurea in lettere moderne) e di lavoro a contatto con il pubblico mi hanno resa flessibile e attenta alle esigenze degli altri. Negli ultimi 5 anni sono stata assessore con delega a turismo, agricoltura, cultura, politiche sociale e giovanili: un impegno importante, non sempre facile, ma ricco di contatti umani ed esperienze positive, che mi ha permesso di conoscere i meccanismi della pubblica amministrazione e di sviluppare la capacità di ascolto e mediazione. Credo che lo sviluppo sociale ed economico del nostro territorio non può prescindere da attente politiche di sostegno alle famiglie e da iniziative di formazione rivolte ai giovani”.

GIANPIETRO MARTINOLLI, 48 anni, Cogolo, Imprenditore turistico

“Amo la mia valle, per questo sono di nuovo a disposizione con rinnovato entusiasmo ed esperienza amministrativa maturata in vari settori pubblico-privati. Mi impegnerò affinché il nostro comune torni ad essere, dopo l’esperienza di 4 anni di gestione associata, un modello organizzativo, di sviluppo e con la dignità di un territorio amministrativo unico. Faccio parte di un gruppo di persone con diversa sensibilità e preparazione, in grado di amministrare il nostro comune, in caso di consenso, dal primo secondo”.

CRISTIANA MORESCHINI, 46 anni, Peio Fonti, Imprenditrice turistica

“Assieme alla mia famiglia gestisco l’hotel che da più generazioni ci appartiene. Amo il contatto con le persone, sono aperta al dialogo e all’ascolto. Ho accettato di far parte di questo progetto politico perché ritengo che ciascuno di noi possa contribuire a far crescere la Val di Peio, rendendo il territorio sicuro, bello e fruibile innanzitutto per i residenti che lo vivono ma anche per i numerosi ospiti. Bisogna trasmettere l’amore per il territorio, educando alla salvaguardia del bene comune, tutelando le ricchezze esistenti, siano esse ambientali, culturali e storiche, le quali possono diventare una grande risorsa turistica”.

GIULIA MORESCHINI, 32 anni, Cogolo, Infermiera

“Sono laureata in scienze infermieristiche e lavoro presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Cles. Svolgo un lavoro che mi permette di stare a contatto giornalmente con le persone, spero di poter sfruttare la mia esperienza e i miei studi dedicandomi alla ricerca di soluzioni e novità che possano aiutare tutti coloro che ne hanno bisogno. Credo nel dialogo e sono disposta ad ascoltare consigli e critiche per poter crescere ulteriormente”.

PAOLO MORESCHINI, 48 anni, Peio, Ingegnere ambientale

“In qualità di vicesindaco uscente da due legislature ho scelto di “rimettermi in gioco” in quanto ritengo ci sia ancora molto da fare in Val di Peio. Vorrei portare il mio contributo e le mie competenze per concludere le opere in corso di realizzazione, quelle già progettate e quelle future. Il gruppo al quale appartengo è formato da persone motivate, con svariate competenze e molto coese tra di loro e questo mi fa ben sperare, nel caso ci venga data fiducia dalla popolazione, in una legislatura ricca di soddisfazioni, dialogo e armonia con tutte le frazioni del nostro Comune”.

PATRIZIA PEDERGNANA, 33 anni, Celentino, Imprenditrice agricola

“Da 7 anni ho deciso di “tornare alla terra” convinta che coniugare attività umane e tutela dell’ambiente e della biodiversità sia non solo necessario, ma anche possibile.  Sono orgogliosa di mettere a disposizione della comunità il mio entusiasmo, la mia umiltà e competenza, ma anche l’amore per la terra perché sono certa che nei nostri territori agricoltura di montagna e ambiente sostenibile sono due concetti chiave del presente e del futuro prossimo… “chi vuole cambiare il mondo, muova se stesso”!

PIER LUIGI PEDERGNANA, 57 anni, Comasine, Ispettore Superiore Forestale in pensione

“Sono Presidente dell’ASUC di Comasine dal 2009 e mi occupo in prima persona della pulizia e manutenzione di strade e canalette. Dal 2008 sono presidente del Circolo Matteotti di Comasine. Sono attivo nell’ANA Val di Peio dal 1982. Metto a disposizione della comunità la mia esperienza lavorativa e amministrativa. Cercherò di valorizzare il mondo del volontariato e dell’associazionismo, enorme risorsa per tutti. Sono un esperto conoscitore del territorio e dell’ambiente della Valle, mi impegnerò per il mantenimento, la cura e la valorizzazione dello stesso per renderlo più fruibile ed appetibile anche per le prossime generazioni”.

SIMONE PEGOLOTTI, 43 anni, Cogolo, Direttore di Pejo Funivie S.p.A.

“Mi candido in quanto ho deciso di mettere a disposizione il mio tempo, il mio entusiasmo e la mia esperienza per riuscire a far crescere la nostra Valle. Il mio impegno sarà di partire dalle piccole cose da fare immediatamente e poi programmare, con la giusta lungimiranza, scelte strategiche e fondamentali per il benessere di tutti noi”.

ALBERTO PENASA, 45 anni, Cogolo, Funzionario Apt Val di Sole

“Sono laureato in Scienze Politiche con indirizzo politico-internazionale. Sono giornalista, responsabile dell’Ufficio Stampa APT Val di Sole e Direttore del “Doss Trent”, la rivista ufficiale della Sezione ANA di Trento. Impegno, trasparenza e passione: questi i valori per me decisamente importanti nella vita, nel lavoro e nel volontariato. Fondamentali principi che sono anche i cardini alla base della mia decisione di presentarmi convintamente in tale squadra, mettendo a disposizione le mie idee, la mia esperienza ed il mio radicato legame con la meravigliosa “Valeta”.

AURELIO VENERI, 66 anni, Cogolo, Imprenditore Turistico

“La professione di albergatore, alla quale mi dedico con passione ogni giorno, mi porta ad essere sempre particolarmente attento alle esigenze del nostro territorio. Per questo ho deciso di rimettermi in gioco, perché credo fermamente che la nostra Val di Peio ha molte potenzialità che deve sviluppare oggi per diventare, domani, il Futuro sicuro per i nostri Giovani. Gli obiettivi da raggiungere riguardano a 360° ogniaspetto del vivere quotidiano e potranno essere concretizzati grazie al coinvolgimento di tutto il gruppo e di tutti i cittadini che hanno a cuore il “benessere” sociale ed economico della nostra gente”.

SABRINA VENERI, 21 anni, Cogolo, Studentessa universitaria in scienze dell’educazione

“Ho deciso di candidarmi per mettere a disposizione il mio piccolo contributo per il bene della comunità, facendomi portavoce delle necessità e delle esigenze dei più giovani, entrando a far parte di questo gruppo con grande senso di iniziativa ed entusiasmo”.

IL PROGRAMMA

UN COMUNE VIRTUOSO - Un Comune aperto, trasparente e capace di rispondere alle esigenze dei cittadini secondo i principi di solidarietà, equità e condivisione.

PEIO DAL BASSO - Un impegno concreto per la crescita della partecipazione collettiva nella gestione della cosa pubblica. Ogni cittadino dovrà sentirsi coinvolto nelle scelte dell’amministrazione attraverso un rapporto diretto e continuo.

URBANISTICA E MOBILITÀ -  Il traffico è diventato la variabile strategica su cui si gioca la sostenibilità e la vivibilità della nostra valle. Lavoreremo per una valle in cui tutti possano contare su un sistema di mobilità collettiva intelligente e integrato alle politiche di pianificazione urbanistica.

SVILUPPO ECONOMICO - L’innovazione e gli investimenti in reti tecnologiche devono diventare occasioni concrete di sviluppo dei servizi al cittadino e di opportunità di nuove iniziative imprenditoriali da parte dei giovani. Vogliamo una Val di Peio green, sostenibile e smart.

AGRICOLTURA E TERRITORIO - La nostra ricchezza più grande è la bellezza della nostra valle. L’agricoltura, principale fattore di presidio e tutela del territorio, e il turismo, settore economico trainante, dovranno lavorare in sinergia per il bene della Val di Peio.

TURISMO - Siamo alla ricerca di un turismo nuovo, più sostenibile, ecocompatibile e integrato che sappia rispondere alle richieste di un turista sempre più esigente. Ambiente, mobilità, benessere sono i filoni su cui lavoreremo in sinergia con le Terme, le Funivie, il Parco Nazionale dello Stelvio e il Consorzio Turistico.

FAMIGLIA - Una valle sempre più amica delle famiglie. Il sostegno alle famiglie attraverso lo sviluppo di politiche sociali mirate all’aiuto di persone in difficoltà e di politiche di conciliazione è la nostra priorità. La partecipazione attiva alla vita di comunità sarà promossa anche grazie al sostegno delle associazioni.

GIOVANI - Intendiamo stimolare e valorizzare il contribuito che i  giovani possono dare alla crescita e allo sviluppo della valle, promuovendo azioni mirate a incrementare lo smart working e attuando iniziative che favoriscano lo sviluppo di una nuova imprenditorialità.

SPORT - Lo sport deve diventare una pratica quotidiana che accompagna il benessere fisico e psicologico delle persone. Il sostegno e la valorizzazione delle pratiche sportive sarà occasione per favorire l’aggregazione, per migliorare l’offerta turistica complessiva e promuovere progetti di mobilità sostenibile.

CULTURA - La cultura, la storia, le tradizioni sono il patrimonio comune su cui si costruisce l’identità di una comunità. La Val di Peio, con i suoi centri storici e le sue chiese, il Museo della Guerra Bianca e i suoi forti, l’Ecomuseo, è un territorio ricco di “giacimenti culturali” da valorizzare e promuovere anche in chiave turistica attraverso la creazione di percorsi culturali e l’ideazione di grandi eventi.

URBANISTICA E MOBILITÀ INTELLIGENTE - La Val di Peio può vantare un territorio di straordinaria bellezza, che le politiche amministrative hanno saputo valorizzare e preservare anche grazie alla presenza del Parco Nazionale dello Stelvio. Le scelte fatte nel passato e gli investimenti promossi sono stati determinati dal crescente afflusso turistico che ha ridisegnato il paesaggio alpino della valle. Compito della prossima amministrazione sarà quello di intervenire nei contesti urbani attuando anche politiche mirate a promuovere una più razionale ed efficiente gestione del traffico, soprattutto nei periodi di alta stagione, e a individuare modalità alternative e più sostenibili di mobilità al fine di migliorare la vivibilità della valle e la qualità della vita.

VALDIPEIO SMART - Cablare l’intero territorio comunale attraverso il posizionamento della fibra ottica può rispondere alle esigenze di numerose attività imprenditoriali e aiutarne la creazione di nuove. La connessione wireless gratuita va prevista nei punti strategici della valle. Creare una app per l’accesso ai servizi del comune, per la gestione delle emergenze e la consultazione delle informazioni in tempo reale, sia per residenti che per turisti, sarà una priorità dell’amministrazione.

TELERISCALDAMENTO - Dopo la realizzazione delle due reti di Cogolo e Peio Fonti, vogliamo realizzare l’ampliamento della rete per i privati, ipotizzando un prolungamento della stessa verso l’abitato di Celledizzo. Verrà dato seguito al progetto preliminare (già affidato dall’amministrazione precedente) di una centrale comunale unica alimentata da fonti rinnovabili nella zona Idropejo-CRM-Segheria, possibilmente in sinergia con Idropejo.

IDROPEJO - Impegno per il rinnovo delle concessioni delle sorgenti minerali in scadenza, con specifiche garanzie su investimenti e livelli occupazionali. Valutazione di iniziative pubblicitarie e divulgative congiunte, in particolare condivise con la struttura termale e le strutture ricettive.

IMIS E TASSE COMUNALI - Sul fronte delle tasse, siamo intenzionati a continuare lungo la strada della riduzione delle aliquote nella forma massima possibile. Si dovrà inoltre perseverare nella lotta contro i valori esigui delle rendite catastali attribuite dall’ufficio del Catasto alle dighe e alle centrali idroelettriche.

SVILUPPO ECONOMICO SANO E INCLUSIVO - La green economy può rappresentare un asset a medio-lungo termine, capace di accrescere il livello di benessere individuale e collettivo. Per attivarne tutte le potenzialità, occorrono  interventi attenti e

lungimiranti su più fronti.
RIORGANIZZAZIONE PEIO FONTI - Peio Fonti deve diventare il fiore all’occhiello turistico della Val di Peio. Per questo necessita di una riqualificazione urbana complessiva. L’obiettivo di medio periodo è di far evolvere la località in modo ordinato ed ecosostenibile. Vogliamo portare a compimento il masterplan già approvato, con particolare attenzione alla realizzazione di nuovi parcheggi per la mobilità privata e i pullman turistici e una viabilità più efficiente. Per il centro tennis, prevediamo  una riqualificazione che comprenda una copertura utile alle manifestazioni indoor.

MOBILITÀ COLLETTIVA - È l’aspetto forse più importante su cui intervenire per qualificare un territorio. La mobilità collettiva va ripensata per rispondere al meglio sia alle esigenze dei residenti sia dei turisti, soprattutto nei periodi di maggiore affluenza estiva e invernale. Per ottenere questo risultato vogliamo partire approntando un piano che garantisca a Peio una flotta di mezzi pubblici alimentati esclusivamente con energia rinnovabile. Il “parco macchine” comunale sarà convertito, dove possibile, con mezzi elettrici e saranno posizionate nei punti corretti le ricariche per mezzi di questo tipo soprattutto a scopo turistico. Saranno valutati consistenti incentivi e bandi adatti al fine di prevedere l’efficientamento energetico in favore delle società di noleggio.

In collaborazione con il Parco Nazionale dello Stelvio, prevediamo un servizio di navette di collegamento con la Val del Monte, la Val del Mare e la località di Covel. Per togliere i mezzi su gomma dalla strada che porta a Peio Fonti e Peio Paese, avvieremo uno studio di fattibilità e sostenibilità di un impianto di collegamento a fune tra il fondovalle e l’area sciistica.

FRAZIONI E CENTRI ABITATI - Avvio di un programma strutturato di abbellimento di tutti i centri abitati della valle con arredi urbani di qualità, che permettano di valorizzare la peculiarità e l’unicità delle diverse frazioni. Sarà re-introdotto il “Comitato Abbellimenti” prendendo spunto dalla sua istituzione a Peio più di 150 anni fa. I componenti saranno dei professionisti (architetti e urbanisti etc.), la regia sarà affidata al Comune e fondamentale sarà la presenza di un membro del Parco Nazionale dello Stelvio.

PIANO REGOLATORE COMUNALE - Si valuterà, in base alle esigenze pubbliche e private, di avviare l’iter per una variante al PRG. Una valle smart, aperta al mondo e green.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136