Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Numerosi interventi in montagna del Soccorso alpino trentino

mercoledì, 19 agosto 2020

Valle di Concei – Nel corso della giornata si sono susseguiti numerosi interventi in montagna tra cui un’operazione in soccorso di un pastore residente in Veneto del 1982. L’uomo ha chiamato il Numero Unico per le Emergenze 112 poco dopo le 12 perché non era più in grado di continuare il suo cammino in sicurezza e in autonomia dopo essersi ritrovato, al di fuori della traccia del sentiero, su un pendio di roccia e prato particolarmente impervio e scivoloso, sotto il Corno dei Guì (Valle di Concei) sul versante rivolto verso la Val Giudicarie, a una quota di circa 1.900 m.s.l.m.

elisoccorsoIl coordinatore dell’Area operativa Trentino meridionale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero ed ha attivato gli operatori delle Stazioni Val di Ledro e valle del Chiese. Sorvolando l’area, l’equipaggio ha individuato il pastore che si trovava lungo un pendio estremamente ripido. II Tecnico di Elisoccorso si è calato con il verricello ed ha messo in sicurezza l’uomo assicurandolo con una corda. Recuperato incolume a bordo dell’elicottero, è stato trasferito in piazzola a Pieve di Ledro dove l’equipe sanitaria lo ha sottoposto ad alcuni controlli. Per lui non è stato necessario il ricovero in ospedale.

È stato elitrasportato all’ospedale Santa Chiara di Trento un boscaiolo del 1955 residente a Frassilongo colpito di striscio alla schiena da una pianta, mentre si trovava da solo nei boschi nei pressi della pista Rigolor in Panarotta. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata verso le 16.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino centrale del Soccorso Alpino e Speleologico Trentino ha chiesto l’intervento dell’elicottero che è atterrato nelle vicinanze ed ha sbarcato sul posto il Tecnico di elisoccorso e l’equipe medica. L’uomo è stato stabilizzato, imbarellato e recuperato a bordo dell’elicottero tramite il verricello per il trasferimento all’ospedale Santa Chiara di Trento. Non è stato necessario l’intervento degli operatori della Stazione di Pergine, pronti in piazzola per dare eventuale supporto nel recupero dell’infortunato.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136