Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Cles, serata su “Metodo di studio e buone pratiche per fare i compiti a casa”

venerdì, 7 febbraio 2020

Cles – A Cles l’iniziativa “Metodo di studio e buone pratiche per fare i compiti a casa” mercoledì 12 febbraio 2020 dalle 20.30 presso l’Aula Magna “Giulia Ippolito” dell’Istituto Comprensivo. L’Incontro è dedicato a studenti, genitori, docenti ed interessati. Presenti Carla Delpero, psicologa e psicoterapeuta, e Sonia Boschetto, pedagogista. L’evento, con accreditamento IPRASE, è organizzato e patrocinato da DSA Trentino APS, Comune di Cles e NeuroImpronta.

studio scuola studenti locandina clesOgnuno di noi apprende in maniera diversa. Per questo motivo è importante scoprire quali siano le strategie più efficaci da insegnare agli studenti. Trovare un metodo di studio adatto è importante, ma diventa fondamentale per tutti quegli alunni che presentano difficoltà scolastiche e disturbi dell’apprendimento.

L’organizzazione dell’evento nasce dal desiderio di condividere non solo gli approcci teorici, ma anche le esperienze quotidiane che ogni giorno si vivono, sia come genitori e studenti che come insegnanti e operatori. Una serata, quella del 12 febbraio, che si pone l’obiettivo di dialogare e condividere esperienze, attraverso immagini e storie di vita, su come promuovere un metodo di studio adatto e che possa esprimere le potenzialità di ciascun studente. Prima di intervenire è fondamentale conoscere e capire, al fine di promuovere il benessere e il successo nei bambini e nei ragazzi, sia a scuola che a casa.

“Qualsiasi strumento introdotto nel metodo di studio non facilita l’apprendimento, non crea scorciatoie. Se pensiamo ai Disturbi Specifici dell’Apprendimento come a dei Diversi Stili di Apprendimento, ovvero un altro modo di imparare, la dislessia non fa più così paura. E capiremo come un metodo di studio efficace per questi ragazzi, possa offrire degli strumenti utili per tutti”, si legge nella presentazione dell’evento.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136