QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Imprenditoria femminile, più imprese in Trentino: i dati della Camera di Commercio

mercoledì, 8 marzo 2017

Trento – Le imprese femminili iscritte al Registro delle imprese della Camera di Commercio di Trento, a fine dicembre 2016, sono 9.165 e rappresentano il 17,7% del totale delle imprese presenti sul territorio.

Dal 2008 al 2016 il loro numero mostra una continua, seppur leggera, crescita, passando dalle 8.644 imprese presenti alla fine del 2008 alle attuali 9.165: le imprese guidate da donne che rappresentavano il 16,2% della realtà imprenditoriale trentina a dicembre 2008, sono il 17,7% a dicembre 2016.

In provincia di Bolzano le imprese femminili registrate a fine dicembre 2016 sono 10.190 (il 17,5% sul totale delle imprese), nel Nord Est 232.783 (il 20,0%) e a livello nazionale 1.321.862 (il 21,8%).

Rispetto al dicembre 2015 le imprese femminili in provincia di Trento sono aumentate di 128 unità, con un incremento complessivo del +1,4%. In provincia di Bolzano e nel Nord Est l’aumento è stato del +0,3%, a livello nazionale del +0,7%.

In Trentino, l’analisi della forma giuridica delle imprese femminili evidenzia che il 66,6% è costituito da imprese individuali, seguite dalle società di persone con il 17,4%. Le società di capitale rappresentano una quota minore (14,1%), ma dimostrano negli ultimi anni una dinamica positiva, che sembra indicare un’evoluzione in corso verso forme giuridiche più strutturate. Rispetto al dicembre 2015 le società di capitale sono aumentate dell’8,8% a fronte di una riduzione nel numero di società di persone del 2,8%.

L’analisi per settori evidenzia una consistente presenza imprenditoriale femminile nel commercio all’ingrosso e al dettaglio (1.981 imprese, che rappresentano il 21,9% del totale delle imprese trentine dedite al commercio), nell’agricoltura (1.867 imprese, pari al 15,7% del settore primario), nel turismo (1.531 imprese, il 29,1% delle imprese dedite ai servizi di alloggio e ristorazione) e nelle “altre attività di servizi” (prevalentemente servizi alla persona) con 1.395 imprese, pari al 48,7% delle imprese del comparto.

Le imprese femminili giovanili, ossia quelle guidate da donne aventi meno di 35 anni, a fine dicembre 2016 sono 1.251 e rappresentano il 25% delle imprese giovanili presenti in provincia di Trento.

Le imprese guidate da giovani donne svolgono la loro attività prevalentemente nei settori del commercio all’ingrosso e al dettaglio, nella ristorazione, nelle attività di servizi.

Le imprese femminili straniere, cioè quelle guidate da donne nate al di fuori del territorio italiano, a fine dicembre sono 826 e rappresentano il 23% delle imprese straniere presenti in provincia di Trento.

Le imprese guidate da donne straniere svolgono la loro attività prevalentemente nei settori del commercio all’ingrosso e al dettaglio, nella ristorazione e nelle attività di servizi di supporto alle imprese.

L’anno 2016 ha visto “nascere” 776 nuove imprese femminili (697 le imprese femminili iscritte nel corso del 2015).

Le nuove imprese guidate da donne esercitano la loro attività prevalentemente nel settore primario (120 nuove imprese), nel commercio all’ingrosso e al dettaglio (107 nuove imprese) e nel turismo (87 nuove imprese). Interessante il dato che emerge nel settore delle attività professionali, scientifiche e tecniche, con la nascita di 33 nuove imprese.

Il 38,5% delle imprese nate nel corso del 2016 ha alla guida giovani donne (con meno di 35 anni) mentre il 19% delle nuove imprese è gestito da donne straniere (nate all’estero).

Per quanto riguarda le cancellazioni, nel corso del 2016 sono “uscite” dal Registro delle imprese 659 imprese femminili (545 le imprese femminili cancellate nel 2015).

Le imprese cancellate si occupavano prevalentemente di commercio (204 imprese femminili), di agricoltura (125 imprese femminili), di turismo (93 imprese femminili).

Sono attualmente 278 le imprese femminili iscritte come “non classificate”, in quanto non hanno ancora comunicato il tipo di attività che svolgeranno in futuro.

A ulteriore sostegno della crescita delle imprese femminili che, seppur lieve, negli ultimi trimestri di rilevazione si è confermata in costante aumento, Accademia d’Impresa, azienda speciale della Camera di Commercio di Trento, ha attivato un articolato percorso di incontri che puntano ad approfondire e affinare le capacità imprenditoriali delle donne e permettere loro di affrontare la loro nuova esperienza nel modo economico con un approccio concreto e metodico.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio studi e ricerche della Camera di Commercio di Trento – tel. 0461-887333 – studi@tn.camcom.it


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136