Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Val di Non, in migliaia per i meleti sono in fiore

La “danza” della natura è una gioia per fotografi (e api)

Cles - In Val di Non è di nuovo tempo di fioritura. I meleti si vestono a festa dipingendo ancora una volta la tradizionale distesa bianca dalle sfumature rosa, un manto naturale composto da 10 miliardi di gemme che addobbano gli alberi più iconici del territorio. Uno spettacolo difficilmente dimenticabile per i visitatori che, come di consueto, affollano la valle e le sue colline approfittando delle proposte turistiche dedicate alla celebrazione della fioritura. Ma anche un richiamo irresistibile per le api, protagoniste di una sinergia naturale dagli effetti strepitosi.

Lo sanno bene le migliaia di agricoltori riuniti nel Consorzio Melinda che ogni primavera creano una preziosa sinergia con gli apicoltori, collocando tra i meleti migliaia di alveari. Agli insetti, ovviamente, è affidato il compito di rifornire di polline i fiori dei meli innescando il processo di crescita dei frutti e garantendo la qualità di questi ultimi. “Quello rappresentato dalle api e dalle piante è un esempio di mutuo scambio virtuoso con un eccellente impatto sul prodotto finito - spiega Simone Dalpiaz, responsabile dell’Ufficio Qualità di Melinda (primo video) -.
Dall’accresciuta impollinazione, infatti, le mele traggono evidenti benefici in termini di calibro e forma”.

VIDEO


VIDEO
Il commento di Marco Facchinelli, associazione apicoltori trentini


Ma i meleti in fiore, si sa, sono anche un’attrazione turistica per il territorio, un evento di grande richiamo che spinge ogni anno migliaia di visitatori a raggiungere la Val di Non per vivere il fascino di un’immersione cromatica unica. E non mancano, va da sé, le iniziative pensate per dare ancora più valore a questa esperienza. Tra queste MelaGiro, la passeggiata guidata alla scoperta delle meleti in fiore in programma ogni sabato, fino al 4 maggio, presso il percorso ludico/didattico AlMeleto di Romallo e a Caldes, in Val di Sole, dove lo spettacolo dei meleti in fiore si accompagna alla visita a uno dei borghi più belli d’Italia.
Ultimo aggiornamento: 16/04/2024 17:16:46
POTREBBE INTERESSARTI
ULTIME NOTIZIE
Bolzano - Nell’ambito di una specifica operazione di Polizia di prevenzione generale, connessa ad una complessa attività...
Programma e percorso della manifestazione del 26 maggio