Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Ex Bimac di Rovereto: sopralluogo di Fugatti e Spinelli dopo i vandalismi

domenica, 7 giugno 2020

Rovereto – “Con i tecnici stiamo valutando quanto ci vorrà prima che l’intera struttura possa essere consegnata ma sicuramente da parte della Provincia ci sarà il massimo impegno affinchè non ci siano ulteriori ritardi.” Queste le parole del presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti, che oggi pomeriggio si è recato a Rovereto per verificare di persona quanto avvenuto l’altra notte nell’area dell’ex Bimac interessata da un furioso incendio nella zona dei garages e nel contempo vandalizzata ad opera di ignoti. Il presidente Fugatti era accompagnato, tra gli altri, dall’assessore allo Sviluppo Economico, Achille Spinelli, dal presidente dell’ITEA, Salvatore Ghirardini, e dal sindaco di Rovereto, Francesco Valduga.

vand“Da un lato stupore per quanto accaduto – ha affermato il presidente – e dall’altra parte fiducia nelle autorità competenti perchè sono sicuro che presto sapranno dare una risposta a questo brutto episodio. VoleV amo renderci conto di persona l’entità di questi gravi fatti – ha proseguito Fugatti – che mettono a rischio nell’immediato la consegna di un’opera molto attesa da Rovereto. È importante capire i motivi di questi vandalismi. Un compito affidato a chi di compentenza, ma è ovvio che la preoccupazione è tanta”

Il sopralluogo è iniziato nel garage, dove i danni sono particolarmente ingenti perchè le fiamme, oltre ad annerire l’intero ambiente, hanno interessato la struttura del solaio. Nella palazzina danneggiata dai vandali sono state divelte molte porte, scardinati i termosifoni e distrutti diversi sanitari. Il tutto proprio nel momento in cui il cantiere, che negli anni ha subito vari ritardi, era a buon punto e mancava davvero poco per la consegna. In questa zona, ai margini del rione di Santa Maria, l’ITEA sta realizzando nuovi uffici per l’Azienda sanitaria e nel contempo alcuni appartamenti da affittare a canone moderato.

L’incendio dell’altra notte è stato contenuto e spento in fretta grazie al pronto intervento dei Vigili del fuoco di Rovereto. L’indomani, nel sopralluogo dei tecnici per la conta dei danni, ci si è resi conto che non sono state solo le fiamme a provocare danni, ma che prima del rogo alcuni vandali erano entrati nella palazzina. Alle forze dell’ordine ora il compito di fare luce sui due episodi nella speranza di dare un nome a responsabili di questo episodio che al momento presenta molti lati oscuri.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136