Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Coronavirus: un morto, in provincia di Trento cinque pazienti in rianimazione

lunedì, 26 ottobre 2020

Trento – Salgono di altri 113 unità i casi positivi al virus Sars-Cov-2 in Trentino. Lo comunica l’Azienda provinciale per i servizi sanitari nel consueto bollettino giornaliero. I sintomatici sono 56 e, più in generale, nel totale odierno si contano anche quattro minorenni (tre dei quali hanno un’età compresa tra 6 e 15 anni). Ma le raccomandazioni maggiori vanno come sempre indirizzate al mondo degli anziani e a tutti quelli che vi interagiscono, tenuto conto che sono ben 40 i soggetti positivi che hanno più di 70 anni: le autorità sanitarie rinnovano quindi l’appello a mantenere il distanziamento e ad osservare le misure igieniche a protezione delle categorie più deboli.

Anche oggi purtroppo si registra 1 decesso e salgono anche i ricoveri: i pazienti che hanno dovuto ricorrere alle cure ospedaliere sono 86, di cui cinque ricoverati in rianimazione.

Molto alta come sempre l’attenzione nei confronti della scuola: si sono registrati altri sei casi di bambini e ragazzi in età scolare e le indagini in corso diranno se sarà necessario procedere con l’isolamento delle rispettive classi: ieri le classi in quarantena erano 131. I tamponi analizzati durante la domenica sono stati 983, tutti nel laboratorio di Microbiologia dell’Ospedale Santa Chiara di Trento.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136