Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Coronavirus, sette morti e 234 nuovi casi in Trentino: 163 classi in quarantena

venerdì, 20 novembre 2020

Trento – I numeri sono sempre severi, ma rimangono nel trend dell’ultimo periodo contraddistinto da una recrudescenza anche in Trentino del contagio da Covid-19. Lo certifica l’Azienda provinciale per i servizi sanitari che nel bollettino di oggi parla di 234 nuovi casi positivi, ma anche di sette nuovi decessi e 455 ricoveri nei vari ospedali della provincia.

tamponiNel dettaglio, i nuovi contagiati sono per lo più asintomatici: 152 i casi individuati da attività di contact tracing oscreening. 42 (tra ospiti e operatori) sono collegabili alle RSA trentine, mentre tra i piccolissimi se ne contano 2 con meno di 2 anni e 1 di età compresa fra i 3 ed i 5 anni. Sempre alto invece il numero dei contagi fra gli over 70: il rapporto oggi indica 89 casi nuovi. Dei sette decessi, tutti sono ultrasettantenni.

I ricoveri sono saliti a quota 455: nella giornata di ieri infatti sono stati registrati 43 nuovi ingressi, “compensati” da poco meno di una trentina di dimissioni. Da ricordare poi che in terapia intensiva ci sono ancora 38 pazienti.

È una buona notizia invece poter considerare un flusso abbastanza costante relativo ai guariti: il rapporto oggi ne indica altri 210, che portano il totale a superare quota 10.000 (10.071 la cifra esatta).

Sul versante scuola, anche oggi ci sono altri 18 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare; la ricostruzione dei contatti di ciascuno di loro determinerà l’isolamento o meno delle rispettive classi (ieri in quarantena ce n’erano 163).

Sempre intenso il lavoro di chi da mesi è sul campo per intercettare il virus: ieri sono stati analizzati 3.043 tamponi, 1.613 dal Laboratorio di Microbiologia dell’Ospedale Santa Ciara di Trento ed altri 1.430 alla Fondazione Mach. Il totale da inizio pandemia sale dunque a 344.029 test molecolari somministrati.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136