Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Valtellina e Valchiavenna, “drive through” potenziato per i tamponi

giovedì, 15 ottobre 2020

Bormio – Gli ambulatori mobili allestiti all’esterno dei Presidi territoriali continuano a lavorare a pieno ritmo per effettuare i tamponi con il sistema “drive through”, evitando disagi agli utenti che, in pochi minuti, usufruiscono del servizio attivato dall’Asst Valtellina e Alto Lario in collaborazione con l’Ats Montagna. tamponiProprio in questi giorni, con l’arrivo dell’autunno e l’abbassamento delle temperature, i tendoni e i gazebo sono stati sostituiti con più comodi container, da due o da tre moduli, a seconda delle esigenze, dotati di riscaldamento ed elettricità, all’interno dei quali le infermiere predispongono e conservano i tamponi. Per comodità gli utenti transitano a bordo dell’auto e non scendono per effettuare il test, tranne i bambini e le persone fragili che vengono ospitati all’interno del container, in uno spazio dedicato.

“Con l’arrivo della stagione fredda abbiamo ulteriormente implementato un servizio che già nei mesi scorsi aveva dato prova di grande efficienza – sottolinea il direttore generale Tommaso Saporito -, soprattutto per merito delle infermiere presenti e del coordinamento. L’aumento dei tamponi, in particolare per alunni, docenti e personale scolastico, ci ha trovato preparati a soddisfare tutte le richieste. Abbiamo noleggiato i container per un periodo di sei mesi, con possibilità di rinnovare il contratto ma nella speranza di non doverlo fare. I contagi però stanno aumentando e a Sondalo, nel reparto covid-19, oggi abbiamo 26 pazienti ricoverati”.

L’installazione dei container è iniziata nei giorni scorsi e alcuni sono già operativi, come quello di Sondrio, che si trova nel parcheggio posto sul retro del Centro prelievi, un modello a tre moduli lungo nove metri, lo stesso per Chiavenna e Bormio, quello da due moduli è stato scelto per Dongo e Morbegno, mentre presso il Presidio territoriale di Tirano i tamponi vengono effettuati all’interno della struttura. A breve queste postazioni saranno informatizzate e dotate di computer, stampante e penna ottica, per una gestione più veloce delle procedure.

Nonostante il numero dei tamponi effettuati abbia avuto una crescita evidente nelle ultime settimane, in concomitanza con la riapertura delle scuole, il servizio è svolto in maniera efficiente e senza che si creino code: l’utente si presenta all’ora prestabilita e in pochi minuti, senza scendere dall’auto, viene sottoposto al test. Complessivamente, comprendendo dunque anche quelli per i pazienti degli ospedali, nel mese di ottobre sono stati effettuati quasi 1900 tamponi, circa 17 mila dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Lunedì si è arrivati addirittura a 270 in un giorno solo, ieri a 173. Dal 1° ottobre ad oggi 73 tamponi sono risultati positivi. Grazie alla piena operatività del Laboratorio diretto dal dottor Antonio Croce, che è in grado di analizzare 200 tamponi al giorno, i risultati vengono resi noti entro 24 ore.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136