Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Truppe alpine: cambio alla Divisione Tridentina, comando al Generale Ignazio Gamba

venerdì, 19 giugno 2020

Bolzano – Il Generale di Corpo d’Armata Marcello Bellacicco cede il comando della Divisione Tridentina e Vice Comandante delle Truppe Alpine al Generale di Divisione Ignazio Gamba.

intervento Generale di Divisione Ignazio GambaSi è svolto presso il Comando Truppe Alpine di Bolzano, nel rispetto delle misure di prevenzione per la situazione emergenziale in atto, la Cerimonia di avvicendamento del Comandante della Divisione Tridentina e Vice Comandante delle Truppe Alpine, tra il Generale di Corpo d’Armata Marcello Bellacicco e il Generale di Divisione Ignazio Gamba (foto).

La cerimonia è stata presieduta dal Comandante delle Truppe Alpine, Generale di Corpo d’Armata Claudio Berto e collegati in video conferenza, dalle rispettive sedi, tutti i Comandi dipendenti dal Comando Multifunzione (Centro Addestramento Alpino, Brigata Alpina Julia, Brigata Alpina Taurinense, Reparto Comando e Supporti Tattici “Tridentina, Comandi Militari Esercito “Piemonte”, “Liguria”, “Lombardia” e Ufficio Affari Territoriali e Presidiari “Valle d’Aosta”. A testimoniare il senso di appartenenza all’istituzione in collegamento anche il 4° Reggimento Alpini Paracadutisti Ranger e la bandiera di guerra del 2° Reggimento Alpini reparti di cui il Gen. Bellacicco ne è stato Comandante.  Presente anche il Presidente Vicario dell’Associazione Nazionale Alpini Alfonsino Ercole.

Negli indirizzi di saluto vivo è stato il ricordo delle gesta ed imprese compiute dalla Divisione “Tridentina” che con rabbia, forza ed orgoglio operò nella campagna di Russia e di cui oggi il Comando Divisione inserito nel Comando Truppe Alpine ne è testimone ed erede. Il Generale Berto nel rendere atto al Generale Bellacicco di 40 anni di servizio militare improntati con umanità e rigore al servizio degli alpini, dell’Esercito e del Paese ha voluto ricordare come lo stesso fosse l’erede del Generale Reverberi eroe di Russia che al grido di “Tridentina Avanti” consenti alla divisione di rompere l’accerchiamento a Nikolajewka.  Al termine della cerimonia, il Generale Marcello Bellacicco, neopromosso al rango di Corpo d’Armata, ha ricevuto il grado apicale della carriera da parte del Comandante delle Truppe Alpine accompagnato dal Vice Presidente ANA e dal Capo Gruppo e Alpino in armi Paolo Massardi, gesto dal profondo significato che salda ancora di più il legame tra gli alpini in Servizio e l’ANA che “come due facce della stessa medaglia” testimoniano che l’operato dell’Alto Ufficiale in servizio continuerà ora nel mondo associativo al Servizio e per il bene del Paese.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136