Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Elezioni Comunali a Trento, sicurezza e progetto Bondone: intervento del candidato sindaco Franco Ianeselli

giovedì, 3 settembre 2020

Trento – Sicurezza, ambiente e Bondone. Sono questi alcuni dei temi caldi della campagna elettorale per le Elezioni Comunali a Trento.

Franco Ianeselli - Trento2SICUREZZA - Il candidato sindaco del centrosinistra allargato “SiAmo Trento” Franco Ianeselli (nella foto) interviene sulla questione sicurezza: “Va bene discutere di sicurezza e avanzare proposte, ma è sbagliato dire che questa città è al collasso e allo sbando. Basta generalizzare come si sta facendo in questa campagna elettorale”. “Certamente – prosegue – ci sono aree degradate, ad esempio piazza Dante, piazza Santa Maria Maggiore e la Portéla dove si dovrà intervenire per rimettere ordine, ma la città ha anche un altro volto ed è vivibile”.

Franco Ianeselli pone l’attenzione sui dati della crescita turistica – pari al 5 per cento – e una qualità di vita che migliora: “Trento – sostiene Ianeselli – è una città viva e sicura”.

BONDONE – Il Bondone va rilanciato e in quest’ottica occorre trovare un equilibrio tra sviluppo dell’attività economica e attrattività ambientale. Secondo il candidato sindaco Ianeselli “il progetto Bondone parte dal collegamento funiviario e arriva a valorizzare l’area con un parco verde e pedonale e opportunità outdoor e bike”. “La città per essere ancor più attraente – prosegue Ianeselli – deve puntare su musei, percorsi enogastronomici e aree verdi, in quest’ottica si inserisce il Bondone con le nuove attività sostenibili in quota, partendo dallo sci e arrivando alle opportunità di outdoor e pedalata assistita”.

Secondo Ianeselli “nel progetto Bondone vanno inserite anche le ex caserme delle Viote che dovranno essere recuperate e destinate per i giovani come attività alpine, legate alla montagna”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136